VENERDÌ 01 DICEMBRE 2023




Il fatto

Castellammare, nel comune entra per la prima volta il Csa

Eletto un rappresentante nella RSU

di Redazione
Castellammare, nel comune entra per la prima volta il Csa

Nel comune di Castellammare il voto per eleggere i sindacalisti che devono rappresentare i dipendenti ha portato delle novità. Esce la CGIL, che non elegge neanche un rappresentante nella RSU e entra una nuova sigla: la Csa. Prima lista per eletti la UIL.

Si legge in una nota a firma del coordinatore aziendale Pasquale Bonifacio: "Ci siamo anche Noi. Non è stato per nulla facile ma siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo prefissato. Queste elezioni hanno dimostrato ancora una volta quanto è difficile fare breccia nell'odierno mondo dei lavoratori ed è per questo che il nostro ingresso nella RSU di Castellammare di Stabia rappresenta un eccezionale punto di partenza dal quale vogliamo iniziare un percorso, così come già accaduto in altre realtà, che ci porti al consolidamento del rapporto sindacato-lavoratore.

I numeri ci dicono che abbiamo strappato il seggio proprio in virtù della nostra atipicità. Probabilmente l'applicazione di strategie figlie della “scuola politica”  avrebbe potuto portare un'urna più piena ma non è questo il nostro DNA. Siamo e resteremo un sindacato libero che costruisce sulla fiducia e sulla consapevolezza di essere sempre dalla parte del lavoratore. Sono decenni che ci battiamo da questa parte e non abbiamo mai pensato di cambiare strada anche quando si è mostrata tortuosa ed insidiosa. I numeri ci dicono che stiamo crescendo. Nella passata misurazione della rappresentatività, dati ARAN alla mano, siamo stati l'unico sindacato del comparto che si è visto aumentare deleghe e voti. Le notizie che ci arrivano sembrano confermare questo trend ma al momento ci asteniamo da propagandistici canti di vittoria. Avremo tempo e modo di far sentire la nostra posizione quando i dati saranno certi ed incontestabili.

La nostra soddisfazione per l'ingresso di Pagano nella RSU non deve distoglierci dall' obiettivo primario che resta la difesa dei diritti.

Come già preannunciato, nei prossimi giorni rimoduleremo la nostra organizzazione interna con l'affidamento di nuovi incarichi nel pieno rispetto dello statuto.

Nel frattempo annunciamo che abbiamo avuto informazioni a riguardo l'erogazione dello straordinario 2021 non ancora liquidato e che si stanno cercando soluzioni idonee affinché venga erogato quanto prima. Non si conosce la tempistica ma la nostra pressione sarà costante così come puntuale sarà l'informazione".

Noi ci rimettiamo al lavoro. Abbiamo tanto da fare e chi vuole accompagnarci troverà sempre una porta aperta.

                                                                                          


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

09-04-2022 18:35:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA