GIOVEDÌ 02 APRILE 2020
Il caso

Castellammare, netturbini con sponsor politici: inchiesta sulle assunzioni

Indagini sulla lista di dipendenti della ditta di raccolta

di Redazione
Castellammare, netturbini con sponsor politici: inchiesta sulle assunzioni

Venti assunzioni di netturbini. Una lista nelle mani degli inquirenti assieme a lettere anonime di chi vuole raccontare cosa accade nella ditta che gestisce i rifiuti e nei rapporti con gli sponsor politici. E' il motore che accende un'inchiesta della Procura di Torre Annunziata sulla gestione della raccolta rifiuti. Acquisiti anche i cellulari dei dipendenti della Am Tecnology per ricostruire un quadro complesso di intrecci bipartisan, dalla maggioranza all'opposizione, nella gestione dell'affare immondizia a Castellammare. Una spy story nella quale ci sarebbero anche pressioni e ricatti su cui gli investigatori vogliono vederci chiaro. Protesta chi è rimasto fuori dalla ultima tornata di ingressi, preoccupato chi è entrato. Ma le venti assunzioni sono solo le ultime in ordine di tempo considerata la politica dell'azienda di Sant'Antonio Abate che, di volta in volta, apre le porte ad un numero di netturbini a tempo determinato. A svelare il sistema è proprio la lettera anonima che fa riferimento ad una agenzia di lavoro interinale. Uno scudo secondo la pista seguita dagli inquirenti per potere dare un posto ai nomi segnalati dai politici. Una tesi investigativa che potrebbe mettere nei guai politici di governo e opposizione che non hanno mai smesso di interessarsi al business dei rifiuti. Tanto più che la guardia di Finanza sta anche verificando come l'azienda proceda allo smaltimento dei rifiuti dai differenziati a quelli speciali. Un'inchiesta che in queste settimane da tremare molti nel Comune e fuori.

03-04-2019 11:05:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA