GIOVEDÌ 14 NOVEMBRE 2019
Il fatto

Castellammare, padre e figlio nella cosca di via Napoli: in tre seminavano il terrore tra gli imprenditori

Antonio e Giuseppe Maragas arrestati con Giovanni Lambiase Grimaldi

di redazione
Castellammare, padre e figlio nella cosca di via Napoli: in tre seminavano il terrore tra gli imprenditori
Padre e figlio insieme per seminare il terrore tra gli imprenditori alla periferia di Castellammare. Una cosca emergente a via Napoli nel territorio del clan Cesarano. La polizia ha eseguito, oggi pomeriggio, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere su disposizione del Gip del Tribunale di Napoli che ha accolto la richiesta della Dda. In cella Antonio Maragas, il padre di 51 anni, in azione con il figlio Giuseppe di 29 anni e con il suo braccio destro Giovanni Lambiase Grimaldi. Minacce e intimidazioni per ridurre in un clima di omertà gli imprenditori costretti a subire le estorsioni in silenzio. Duemila euro per i lavori di un palazzo o soldi per stare tranquilli nel proprio negozio, un dazio subito tacendo. I tre oggi sono stati raggiunti dall'ordinanza di custodia cautelare eseguita dagli uomini della polizia a Castellammare. Sono stati proprio gli agenti ad abbattere il muro di omertà attraverso pedinamenti e metodi investigativi tecnologici che hanno permesso agli inquirenti, guidati dal dirigente Vincenzo Gioia, di incastrare i tre estorsori e chiudere il capitolo del terrore alla periferia di Castellammare.
03-06-2019 20:26:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO