DOMENICA 03 LUGLIO 2022




Il caso

Castellammare, raddoppio Circum Luca Cascone a Cimmino: 'Andiamo avanti, il cantiere non è abusivo'

Il presidente della commissione regionale trasporti: 'Le irregolarità sono altrove'

di Redazione
Castellammare, raddoppio Circum Luca Cascone a Cimmino: 'Andiamo avanti, il cantiere non è abusivo'

Il raddoppio dei binari Circum va avanti e il cantiere nelle Terme di Stabia non è abusivo. Dopo settimane di caos, scontri e intervento della magistratura è direttamente la Regione Campania a entrare in campo. Il presidente della commissione trasporti Luca Cascone scrive al sindaco Cimmino e annuncia che l'opera andrà avanti. Il tono è cortese, il contenuto racconta di accordi e pareri ottenuti dall'Amministrazione Cimmino che poi più volte, in questi mesi, ha cambiato posizione e sferrato attacchi all'Eav. Caro Sindaco, ho visto che a te piacciono i post, io preferisco le telefonate o le lettere, ma mi adeguo: più leggo quello che sta succedendo e più mi convinco che in Italia sarà difficile realizzare opere importanti in tempi rapidi come prevede il PNRR, se continuiamo a non farci mancare ogni tipo problematica come accade nella bellissima città di Castellammare. Avere problemi per realizzare un’opera condivisa da tutti i soggetti istituzionali coinvolti, dove in prima persona con te -ed i tuoi tecnici- abbiamo discusso di ogni singolo problema è a dir poco surreale; ricordo ancora quando eravamo con ing. Borrello nelle numerose riunioni e dicesti “il sottopasso eliminiamolo non si può fare, avremo troppi problemi”, o quando discutevamo del parcheggio e del rifacimento di Villa Arianna, o dell’inserimento delle barriere anti rumore in via Cosenza, o della viabilità a Pioppaino". Il consigliere regionale del PD ricostruisce le tappe della vicenda: "Solo dopo aver scelto il colore di tutte le pareti EAV ha potuto realizzare e far approvare in conferenza di servizi il progetto del potenziamento ferroviario della linea condiviso da tutti in primis da te Sindaco di Castellammare, progetto che contempla diverse opere di mitigazioni per riqualificare la città ed altri finanziamenti molto importanti come ascensore inclinato verso le terme per valorizzarne la fruizione. All’improvviso -solo nel 2020/2021- hai giustamente ritenuto opportuno renderti conto che il “prolungamento fino a Sorrento dell’opera” ed utilizzarlo quale forte motivazione per aizzare la polemica contro tutti, discussione inutile perché come ti è stato rappresentato a più riprese: il prolungamento è già stato preannunciato dal Governatore De Luca, il finanziamento già richiesto e comunque sarà garantito, ed EAV pubblicherà la gara di progettazione entro 2 mesi". In un percorso fatto di più strappi e riconciliazioni si inserisce poi l'intervento dei vigili urbani di Castellammare che hanno messo i sigilli al cantiere Eav nelle Terme di Stabia: "Mentre sembra che queste risposte non siano sufficienti e si continua a discutere in tutte le sedi, viene rilevato un abuso edilizio 'clamoroso': in pratica viene assimilato un intervento ferroviario (un potenziamento delle infrastrutture al SUD che ovunque vengono ritenute indispensabili per la crescita), etichettato come “il famoso cantiere di EAV”, all’ennesima lottizzazione per realizzare appartamenti o all’ampliamento di una villa sul mare, e non un progetto interamente condiviso dall’amministrazione comunale che ha anche richiesto l’indispensabile variante al PUT. Ora credo sia utile -utilizzando il chiaro provvedimento del Giudice- riportarci ad un poco di sano realismo, se l’impresa ha realizzato un manufatto (30 cm di muretto) non autorizzato per installare i baraccamenti di cantiere HA SBAGLIATO, e dovrà rimuovere tutto e bene ha fatto il Giudice a confermare il sequestro DEL CONTAINER e NON del CANTIERE o dei lavori, che sono regolarmente autorizzati e CONFORMI a quanto approvato dal Consiglio Comunale di Castellammare da te guidato brillantemente. Credo che parlare di: abusi, abusivi, leggi non rispettate, interessi, malagestione, “...gente che dovrebbe vergognarsi...” è un tentativo di depistare di non voler dire “amici ho sbagliato, ho montato un caos senza motivo, la baracca non sta bene la, va rimossa, ma il resto va avanti regolarmente...abbiamo anche chiesto il parcheggio e l’ascensore inclinato....”; ma non importa va tutto bene, ognuno dice la verità a modo suo, e su più cose sono in accordo con te, chi amministra ha il dovere di tutelare la propria città, deve avere gli occhi aperti e fa benissimo a chiedere opere “compensative” quando il territorio è impattato da un’importante intervento infrastrutturale, ma parimenti deve avere il coraggio delle proprie scelte e sostenerle anche di fronte a qualche polemica, non cercando di inseguire tutto e tutti sventolando speculativamente aspetti negativi sovradimensionati". Il presidente Cascone invita, a questo punto, a guardare avanti: "Sindaco riproviamoci con serenità, alla conquista dell’anello di Sauron nella Terra di Mezzo ci pensiamo un’altra volta, il legittimo ed autorizzato cantiere di EAV è un’opera importantissima per migliorare la mobilità dell’intera costiera Sorrentina, e sarà completata -in breve tempo- fino a Sorrento così come tutti auspicano, mettiamo insicurezza il costone e la galleria ferroviaria, realizziamo le opere da te richieste in Citta, e proponiamone di nuove se servono a far crescere vivibilità e territorio, la Campania ha bisogno di opere e del sostegno di tutti per far credere accoglienza e turismo; quello che è stato sbagliato va ripristinato, io propongo semplicemente spostiamo queste baracche facciamola finita facci solo sapere dove le vuoi così evitiamo altro caos, ma subito dopo rassereniamo il clima; perché gli abusi, gli interessi e le irregolarità che dobbiamo segnalare e ricercare, ogni giorno tutti, sono sicuramente altrove".
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

23-05-2021 12:52:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA