LUNEDÌ 18 NOVEMBRE 2019
Il fatto

Castellammare, scoperta centrale di targhe false: si allarga l'inchiesta

La fabbrica a Santa Maria la Carità, inquirenti al lavoro per ricostruire l'intera organizzazione

di redazione
Castellammare, scoperta centrale di targhe false: si allarga l'inchiesta
Targhe false da immettere sul mercato illegale per riciclare auto rubate o destinate a traffici illeciti. Si allarga l'inchiesta su una fabbrica clandestina scoperta a Santa Maria la Carità e gestita da due giovani di Castellammare. A due giorni dall'operazione di polizia, gli uomini del commissariato stabiese coordinati dal dirigente Vincenzo Gioia e dalla dottoressa Manuela Marafioti, indagano sui complici e i capi dell'organizzazione. Nel giro anche semplici cittadini coinvolti nella centrale del falso. Mercoledì pomeriggio personale del Commissariato di Castellammare di Stabia ha fatto irruzione in un terraneo della cintura stabiese dove sono state rinvenute circa 7 mila targhe per veicoli, soprattutto straniere, di cui alcune già pronte per essere immesse sul mercato clandestino, ed altre totalmente in bianco nonché cliché, stampi ed una pressa. Lì gli agenti hanno trovato, intento alla produzione, A.A., un 24enne con precedenti di polizia; la disponibilità dell’immobile, invece, è stata ricondotta a G.C., un 32enne con precedenti specifici di polizia. Entrambi sono stati denunciati per falsità materiale.
08-11-2019 09:53:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO