MARTEDÌ 28 GIUGNO 2022




Il fatto

Castellammare, sfrattati i burattini dalla Reggia di Quisisana

Il sindaco Cimmino: "Abbiamo cercato una soluzione, ora basta"

di Redazione
Castellammare, sfrattati i burattini dalla Reggia di Quisisana

E' arrivata la lettera di sfratto. Trenta giorni di tempo e i burattini andranno via dalla Reggia di Quisisana. La rottura con il Comune di Castellammare arrivata dopo mesi di trattativa. La collezione di marionette di ogni parte del mondo, dal 700' ad oggi, lascia i locali di Palazzo Reale nei quali sono stati alloggiati dall'epoca dell'Amministrazione Cuomo. Lo dice in una nota il sindaco Cimmino: "Abbiamo fatto il possibile per regolarizzare la permanenza della collezione di burattini e marionette nella Reggia di Quisisana. Ma ora basta". A provocare la rottura il calcolo degli arrestrati che la Compagnia degli Sbuffi dovrebbe versare nelle casse del Comune: "Dopo l’ennesimo rinvio della sottoscrizione del contratto tra la Compagnia degli Sbuffi e il Comune di Castellammare di Stabia, il dirigente del settore competente ha invitato il comandante della polizia municipale ad attivare la procedura di rilascio dei locali. Considerate le varie note inviate, la nostra disponibilità a cercare una soluzione legittima e congrua, il tempo trascorso dall’approvazione della delibera atta a regolarizzarne l’occupazione dei locali della Reggia non trova più giustificazioni plausibili. Dopo le svariate proroghe concesse per l’apposizione della firma sul contratto, ancora una volta oggi, termine ultimo per la firma, è pervenuta una pec in cui la Compagnia dichiarava di riservarsi ulteriori valutazioni riguardo alla sottoscrizione del contratto. Precisazioni che avrebbero potuto essere effettuate abbondantemente nei giorni antecedenti e non poche ore prima dell’incontro che avrebbe dovuto sancire il lieto fine, a fronte della notevole disponibilità espressa dall’ente. A questo punto, si è ritenuta definitivamente conclusa la trattativa. L’occupazione degli immobili comunali per troppi anni è stata concessa in modo superficiale, con interpretazioni discutibili del regolamento vigente. Oggi con questa amministrazione non c’è più spazio per i regali agli amici degli amici". 


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

14-06-2019 17:59:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA