MARTEDÌ 28 GIUGNO 2022




Il fatto

Castellammare, staffette in maggioranza e ora tocca alla poltrona di Presidente del consiglio

Il centrodestra: 'Ora pronti al rilancio della città'

di Redazione
Castellammare, staffette in maggioranza e ora tocca alla poltrona di Presidente del consiglio

La giunta politica incassa i colpi e va avanti. Un giorno dopo la presentazione della nuova squadra di governo, firmata da Gaetano Cimmino, il centrodestra presenta un documento per dichiarare l'unità della maggioranza. Sei le forze politiche che lo sottoscrivono, con dietro l'angolo il test dell'elezione del nuovo presidente del consiglio comunale. "Andiamo avanti con un programma chiaro, concreto, condiviso. Andiamo avanti con un progetto nato nel 2016, che oggi ci vede protagonisti in prima linea per il rilancio di Castellammare. Andiamo avanti con la consapevolezza di tutto ciò che abbiamo costruito in questi 3 anni, con una squadra di tecnici che ha saputo programmare e costruire con professionalità e competenza". Due i consiglieri, nella fase 2, che hanno sbattuto la porta, Barbara Di Maio e Giulio Morlino e uno, Tina Donnarumma della Lega, che è entrato. In consiglio comunque previsti altri due nuovi ingressi a sostituire i dimissionari. Alfonso Lucarelli, sostituisce in Forza Italia Antonio Cimmino, diventato vicesindaco, e Annamaria Maiello, prima dei non eletti nella lista di Sabrina De Gennaro, anche lei promossa in giunta. Ottimista la previsione del centrodestra: "In questa fase di grave emergenza sanitaria che porta con sé una crisi socio-economica senza precedenti, è più che mai essenziale fare squadra e guardare insieme al bene comune e alle esigenze dei cittadini e delle categorie martoriate dal Covid. Noi siamo pronti ad affrontare questa sfida e a progettare la ricostruzione del tessuto economico e sociale della nostra città, cogliendo le opportunità di sviluppo che si presentano in questo momento storico. Tanti sono i grandi temi da affrontare, che ci vedranno impegnati in prima linea. E noi andiamo avanti su questa strada già tracciata, certi che il percorso che abbiamo intrapreso ci porterà nella direzione giusta, quella della rinascita di Castellammare". Da una trattativa, durata mesi, è arrivata la nuova squadra e ai tecnici sono stati sostituiti i politici "Ed oggi tutti noi, che rappresentiamo i Partiti e le Civiche della coalizione di maggioranza del centrodestra stabiese, abbiamo inteso sottoscrivere un documento politico nel quale, ribadendo la fiducia nell’operato del Sindaco e il pieno sostegno all’esecutivo, rilanciamo il nostro impegno a sostegno dell’intera coalizione, per proseguire sulla linea tracciata dal programma di governo premiato tre anni fa dagli stabiesi. Un impegno che abbiamo condiviso restando fedeli alle linee guida di un percorso politico che mette da parte i personalismi in nome del bene comune. E che vede la coalizione uscita dalle urne nel 2018 sempre unita per il prosieguo amministrativo". Ci siamo impegnati per dare impulso ad una fase politica di governo che, in linea con un programma chiaro e definito sin dal primo giorno, continuerà ad essere incentrata sui principi della solidarietà e della sussidiarietà e porrà al centro dell’azione politica i bisogni concreti delle famiglie, dei lavoratori, degli imprenditori, nel preminente interesse della comunità locale". Chiusa la partita sulla squadra di governo l'attenzione si sposta sull'elezione del presidente del consiglio. Il patto tra Cimmino e i partiti prevede la staffetta con le dimissioni di Vincenzo Ungaro e l'arrivo di Emanuele d'Apice sulla poltrona piu' ambita a Palazzo Farnese dopo quella del sindaco.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

15-03-2021 10:08:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA