MERCOLEDÌ 26 FEBBRAIO 2020
Il fatto

Castellammare, stop ai veleni e alla plastica dal Sarno a mare

La Regione Campania si farà carico dello smaltimento dei rifiuti

di redazione
Castellammare, stop ai veleni e alla plastica dal Sarno a mare
Le tonnellate di plastica e rifiuti che arrivano a Castellammare dal Sarno saranno smaltiti dalla Regione Campania. La griglia a Foce Sarno che blocca tutti i veleni trasportati dal fiume potrà riprendere a funzionare, impedendo che arrivino a mare. La Regione Campania assumerà, "in via provvisoria" e "con diritto di rivalsa" gli oneri per la gestione dello smaltimento dei rifiuti che vengono intercettati nelle griglie di Foce Sarno e dei Regi Lagni. Lo ha detto l'assessore all'Ambiente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola rispondendo ad una interrogazione del consigliere regionale della Campania, Vincenzo Viglione dei Cinquestelle ritenendo che la spesa dovrebbe essere a carico degli enti di ambito. Le due griglie impediscono che i rifiuti solidi gettati nei corsi d'acqua finiscano poi in mare. «La stessa cosa dovrebbe accadere - ha aggiunto l'assessore all'Ambiente - anche per i rifiuti abbandonati lungo le strade». Per Bonavitacola, infatti, non «è affatto giusto che a farsi carico dello smaltimento dei rifiuti intercettati dalle griglie debba essere solo a carico dei Comuni dove i corsi d'acqua sfociano». “È una vittoria dell’amministrazione comunale e di tutta la città di Castellammare di Stabia: abbiamo lavorato giorno e notte per impedire un disastro ambientale e nelle settimane e nei mesi a seguire per prevenire altre emergenze” commmenta il sindaco Gaetano Cimmino. “Abbiamo condotto un’opera di denuncia e sensibilizzazione molto importante – ha continuato Cimmino – per mettere in funzione la griglia ed intercettare i rifiuti. Dopo l’annuncio del Ministro Sergio Costa sul disinquinamento a monte del fiume, un nuovo passo in avanti stavolta dal punto di vista amministrativo e burocratico: avanti così”.
07-10-2019 15:52:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO