GIOVEDÌ 21 OTTOBRE 2021




Il caso

Castellammare, su Fincantieri si accende lo scontro. I berlusconiani contro Di Maio: "Ha tagliato due miliardi di euro"

I parlamentari Pentangelo e Cesaro: "Il ministro ne risponderà". La replica di Cirillo: "La Regione è la grande assente"

di Redazione
Castellammare, su Fincantieri si accende lo scontro. I berlusconiani contro Di Maio:

Sul futuro di Fincantieri si accende lo scontro. Mentre in consiglio regionale si è approvato ieri un ordine del giorno bipartisan dove si garantisce l'impegno della Regione Campania sugli investimenti, fuori dall'aula si innesca un braccio di ferro tra Forza Italia e i Cinquestelle. Sul tavolo ci sono 110 milioni di euro necessari per rendere competitivo lo stabilimento stabiese. Quaranta li mette il gruppo di Trieste e 70 dovrebbero arrivare da risorse pubbliche, tra Regione e Governo. Su questo i due parlamentari berlusconiani Cesaro e Pentangelo puntano l'indice contro il Ministro dell'Industria Di Maio. "La scomparsa di ben due miliardi di euro dal Patto per la Campania è un fatto gravissimo. Il ministro Di Maio ha il dovere di spiegare con assoluta chiarezza i motivi per quali ha sottratto alle politiche economiche campane il 20% dei circa 10 miliardi di euro destinati a specifici programmi di sviluppo e del lavoro, non ultimo quello per Fincantieri a Castellammare". Per ottenere risposte i due deputati annunciano un'interrogazione urgente al ministro dello Sviluppo Economico.
"Il fatto che a tagliare le risorse alla Campania sia un ministro napoletano, di Pomigliano - sottolineano gli esponenti di Forza Italia -, rende questa vicenda ancora più grave". A stretto giro arriva la risposta dei Cinquestelle a nome del consigliere regionale di Castellammare Luigi Cirillo: "Per il rilancio dello stabilimento Fincantieri la grande assente è sempre stata la Regione Campania". Per l'esponente pentasellato "la Regione immediatamente deve mettere i soldi; deve attuare una programmazione perchè il cantiere stabiese ha bisogno di investimenti. Bisogna attuare quello che è stato deciso. Le risorse sono necessarie per far fronte agli impegni che sono stati assunti".

17-04-2019 13:04:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA