SABATO 04 DICEMBRE 2021




Il fatto

Castellammare, Terme di Stabia vendute all'asta dal Tribunale

La stima del patrimonio è di 21 milioni di euro

di Redazione
Castellammare, Terme di Stabia vendute all'asta dal Tribunale

Lo stabilimento delle Nuove Terme, l'albergo e il parco andranno all'asta. Il patrimonio, fino ad oggi della città di Castellammare, sarà gestito dal tribunale di Torre Annunziata. I tempi sono stretti e la strada segnata. Dodici i milioni di euro di debiti, per cui il testimone passa entro il 18 gennaio dalla società pubblica Sint al Tribunale di Torre Annunziata. Per un tesoro che dovrebbe valere sul mercato 21 milioni di euro. Un liquidatore di fiducia della sezione fallimentare del Tribunale si occuperà di vendere all'asta i beni e dividere gli incassi tra i creditori di Terme di Stabia. Il percorso è stato illustrato dall'attuale liquidatore, Vincenzo Sica, ai capigruppo consiliari nella giornata di ieri. Pesa soprattutto il debito di 6,2 milioni di euro vantato dagli ex dipendebti termali nei confronti della società che gestiva i beni immobiliari di Terme. In realtà la controversia giudiziaria ha vissuto un andamento complesso. In primo grado la sentenza è stata a favore della Sint, la seconda in Appello che invece ha dato ragione agli ex termali. Per il giudice c’è corresponsabilità tra le due aziende, sebbene ad una fosse affidata la gestione e l'altra sia una società immobiliare, e quindi ha obbligato Sint alla riassunzione di chi aveva fatto ricorso e alla corresponsione di arretrati e mensilità dal 2015 (anno del fallimento di Terme) fino ai giorni nostri. L’ultima parola spetterà alla Cassazione che accettando il ricorso di Sint potrebbe salvare la società che rimarrebbe solo, si fa per dire, di 1,2 milioni di debiti nei confronti di altri creditori e di 4,3 milioni da corrispondere all’unico socio ovvero il Comune di Castellammare. Il terzo grado di giudizio arriverà solo nella primavera 2022, una data che di certo il concordato non può aspettare. Nel frattempo Sica ha spiegato di voler pubblicare una manifestazione di interesse per capire se vi sono investitori per il pacchetto di beni. Ma da gennaio il patrimonio termale non sarà più del comune di Castellammare e ogni scelta toccherà al Tribunale.

06-11-2021 18:03:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA