VENERDÌ 05 GIUGNO 2020
Il processo

Castellammare, truffa delle case vacanza: assolto l'hacker stabiese

Carmine Guerriero era stato accusato di riciclaggio dei soldi

di Redazione
Castellammare, truffa delle case vacanza: assolto l'hacker stabiese

Case vacanze truffa in località da vip come Cortina e la Sardegna. Un giro per trarre profitto dagli ignari clienti a cui sarebbero state affibbiate soluzioni fantasma, incassando soldi che poi sarebbe toccato all'hacker di Castellammare riciclare. Accuse ribaltate da una sentenza di assoluzione. Oggi il Tribunale collegiale di Torre Annunziata, con il Presidente Todisco, ha assolto con formula piena tutti gli imputati a vario titolo coinvolti. La sentenza arriva dopo aver svolto un’istruttoria dibattimentale complessa, in quanto le persone offese provenivano da ogni parte di Italia. L’associazione a delinquere al cui vertice era stato posto Carlo Scelzo, secondo l'accusa, si occupava di piazzare delle case vacanza inesistenti o di cui comunque il gruppo criminoso non aveva la disponibilità alle vittime ignare. Truffe che sarebbero avvenute per lo più a Cortina, quando si trattava di mete per le vacanze sulla neve e in Sardegna per quelle al mare. Il Carmine Guerriero invece, noto come l’hacker più pericoloso d’Europa, era coinvolto nella vicenda perché accusato di essere colui il quale riciclava il denaro proveniente dalle truffe. Il collegio difensivo, formato dai penalisti Olga Coda e Carmine Iovino, è riuscito a smantellare tutte le accuse a carico degli imputati, portandoli all’assoluzione con formula piena.

22-05-2020 16:31:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA