LUNEDÌ 29 NOVEMBRE 2021




Il caso

Castellammare, una casa dell'antica Stabia nel centro della città

Ritrovamento dell'antica Stabia durante lo scavo per il parcheggio della Circum

di Annalibera Di Martino
Castellammare, una casa dell'antica Stabia nel centro della città

Sotto alla stazione di Castellammare il ritrovamento epocale: viene alla luce una casa romana. Il fantasma di una scoperta archeologica vagava da giorni sui cantieri di lavoro della stazione a piazza principe Umberto a Castellammare di Stabia. Oggi si è palesato dinanzi agli occhi di tutti prendendo le sembianze di una vera e propria scoperta, precisamente una casa romana. Questa mattina è stato rinvenuto dagli operai un reticolato archeologico appartenente all’epoca romana nei pressi della stazione di Castellammare centro della Circumvesuviana. Quella che doveva essere una semplice riqualificazione delle stazioni ferroviarie di Castellammare per mano di Eav, al fine di creare aree parcheggio, è diventata storia e cultura a cielo aperto. Il progetto del resto era stato già congelato per il ritrovamento di una cisterna del 1600 e lo stop della Soprintendenza per l'assenza di una variante al Put. Ora dallo scavo emerge un muro realizzato con un'opera reticolata. Una tecnica edilizia romana tramite cui si realizza il paramento di un muro in opera cementizia. A Roma e nei dintorni fu utilizzata soprattutto a partire dalla prima metà del I secolo a.C. in epoca augustea. Anche dopo l'introduzione dell'opera laterizia se ne continuò l'uso ancora nella seconda metà del II secolo d.C. e quindi la scoperta sarebbe dai primi riscontri di età imperiale.

01-03-2019 12:45:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA