LUNEDÌ 08 MARZO 2021




Il fatto

Castellammare, villa chiusa e lockdown. Le opposizioni: 'Servono i controlli'

Le minoranze: 'Occorre rigore per il rispetto delle regole'

di Redazione
Castellammare, villa chiusa e lockdown. Le opposizioni: 'Servono i controlli'

Lockdown dalle 20, negozi e studi professionali chiusi dalle 18 e villa comunale vietata tutta la giornata. È la ricetta imposta agli stabiesi per fermare l'epidemia che avanza troppo velocemente. "Rigore e controlli a tutela della salute". È la richiesta firmata, in queste ore, dalle opposizioni che condividono la stretta anti Covid partita da questa mattina. Scrivono le forze di minoranza: "Avvertiamo con piacere che le auspicate misure drastiche siano state oggetto della ultima ordinanza sindacale. Abbiamo, sia in consiglio comunale che tra le forze politiche ed associative, gridato a gran voce l’esigenza che Castellammare non potesse essere teatro di un diffuso propagarsi del Covid19 senza che fossero adottate misure che andassero oltre quelle restrittive già in vigore". Stabilite le misure, è necessario farle applicare e la prima prova generale non è andata bene. In tutta la giornata trasgressori in villa comunale e caos in centro. Su questo intervengono le forze di centrosinistra, a firmare la nota sono tutti. Partito Democratico, Movimento Cinquestelle, Italia Viva, Leu e liste civiche: "Siamo consapevoli, per la centralità della nostra città, che Castellammare, soprattutto nei week end, sia meta non solo della fruizione dei nostri cittadini ma anche di tanti e tanti abitanti delle città limitrofe. Pertanto, siamo altrettanto consapevoli che i numeri della pandemia sarebbero aumentati anche per tale motivo nella nostra città. Ora, alla luce delle nuove disposizioni, con altrettanta fermezza, chiediamo che si vigili, che si monitori costantemente l’attuazione e la disciplina delle disposizioni emanate. Non possiamo aspettare che la platea dei vaccinati aumenti, cosa naturalmente che ci auguriamo, per debellare la pandemia". Tra i firmatari anche i capigruppo Nastelli, Esposito, Iovino, Di Martino, Nappi e Scala: "La battaglia che stiamo affrontando non ha precedenti nella storia recente e va combattuta con responsabilità, fermezza e rigore. Ci appelliamo al senso di responsabilità dei cittadini, affinchè rispettino le misure di contenimento e prevenzione dettate dai DPCM e dalle Ordinanze Regionali e Comunali. Ne va della nostra salute".

20-02-2021 17:54:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA