DOMENICA 26 GIUGNO 2022




Il caso

Castellammare, yacht di lusso nel porto: 'Gli americani sostituiranno i russi'

Offerti anche tour per visitare la città e il museo

di Redazione
Castellammare, yacht di lusso nel porto: 'Gli americani sostituiranno i russi'

Yacht di lusso arrivati in porto già ad aprile. I turisti disposti a pagare minimo 50 mila euro a settimana hanno cominciato ad attraccare da due mesi, anche se a Stabia Main Port non amano parlare di estate della ripresa. "Gli arrivi ci sono sempre stati. 

"Quest'anno i russi determinano un 35% in meno di arrivi, ma compenseremo con gli americani. Le sanzioni non penalizzano solo gli oligarchi" spiega il presidente di Stabia Main Port Giuseppe Di Salvo.

Ad accoglierli una stazione marittima a tutti gli effetti. Con due milioni di investimenti tante le novità e i servizi per chi sceglie di fermarsi a Castellammare.

I vecchi locali destinati allo scarico merci sono stati trasformati in uno show room dedicato alle eccellenze stabiesi, come esposizione dell'Antica corderia di Castellammare, creata nel 1796 da Re Ferdinando IV di Borbone, per supportare a quei tempi il Regio Cantiere Borbonico e oggi gestita dall'Agenzia di Industria e Difesa. Ma anche punto vendita dei prodotti stabiesi e campani, dal vino ai formaggi ai biscotti di Castellammare.

Sono i punti di crescita su cui il progetto Stabia Main Port continua a costruire, dopo aver recuperato il degradato porto borbonico stabiese trasformandolo in moderno approdo per megayacht. All'avanguardia i servizi offerti. «Dopo 25 anni di degrado e abbandono abbiamo recuperato a nostre spese la palazzina servizi un tempo utilizzata dall'azienda che gestiva per l'ente pubblico lo scarico merci nel porto stabiese - spiega Giuseppe Di Salvo, Presidente dello Stabia Main Port - l'edificio è adiacente al moderno approdo per Megayacht da noi creato e gli spazi saranno attivi come moderno Hub per il settore, per offrire sempre maggiore assistenza alle unità ormeggiate o che in estate inondando i Golfi di Napoli e Salerno».

Dopo la crisi pandemica e la guerra tra Russia e Ucraina mancheranno tra i clienti di quest’estate gli oligarchi: «Un 35 % in meno rispetto agli scorsi anni - precisa Di Salvo - il mercato russo era già stato inibito negli anni scorsi per la validità dei vaccini e la diversità di normative tra i paesi. Unico anno di rallentamento vero è stato il 2020. Lo scenario internazionale di quest’anno non vieta solo gli oligarchi ma anche tutti quelli riconducibili a loro, quindi si tratta di molte più imbarcazioni di quante dette fino ad oggi»

Con il fallimento della società di carico e scarico merci, erano decine gli operai che per anni hanno cercato un nuovo impiego anche al di fuori del porto e che oggi sono tornati all’interno della darsena grazie allo Stabia Main Port. Negli uffici invece giovani laureati in grado di offrire assistenza a più livelli.

Dall’organizzazione di visite guidate e tour tra Castellammare e le mete turistiche dei dintorni, fino all’assistenza logistica, medica per equipaggi ed ospiti. Il porto commerciale stabiese ha ripreso l’antico fascino ma anche il collegamento con la città. L’edificio ristrutturato sarà multifunzionale e oltre ad ospitare lo show room sarà anche un club per gli equipaggi dove poter accedere durante le pause dalla navigazione.


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

31-05-2022 19:44:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA