LUNEDÌ 20 GENNAIO 2020
Il fatto

Cava de Tirreni, sparatoria al pronto soccorso per il rifiuto ad un ricovero: due feriti

Il padre di un medico colpisce alle gambe aggressore del figlio e poi viene sparato

di redazione
Cava de Tirreni, sparatoria al pronto soccorso per il rifiuto ad un ricovero: due feriti
Spari in pronto soccorso a Cava de Tirreni. Una lite per il rifiuto ad un ricovero ha rischiato di trasformarsi in tragedia. Momenti di terrore all’ospedale “Santa Maria dell’Olmo” di Cava. Una lite degenerata con due feriti a colpi di pistola. Un'escalation di violenza innescata dal rifiuto del medico di guardia al ricovero di un 80enne cavese. Tutto è cominciato quando due infermieri, padre e figlio, uno del “Ruggi d’Aragona” e l’altro del 118, hanno accompagnato l’anziano parente al pronto soccorso. I due volevano che il medico di turno visitasse prima l'anziano, una pretesa che ha innescato la lite. Fino a quando non arriva il padre del dottore che spara alle gambe il figlio dell'anziano paziente. Ma la sequenza del terrore continua quando il figlio del ferito colpisce a sua volta l'aggressore del padre ferendolo al fianco. I due feriti sono stati soccorsi e operati per estrarre i due proiettili mentre sono in corso le indagini per chiarire l'esatta dinamica dei fatti.
22-10-2019 00:12:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO