GIOVEDÌ 13 AGOSTO 2020
Castellammare

Centocinquanta appartamenti a Marina di Stabia, il nuovo piano degli imprenditori del porto turistico in un video

A firmare il progetto l'architetto Discepolo collaudatore del restyling della Villa Comunale

di Redazione
Centocinquanta appartamenti a Marina di Stabia, il nuovo piano degli imprenditori del porto turistico in un video

Due strade parallele con una lunga serie di appartamenti a Marina di Stabia. Centocinquanta case a Corso Alcide de Gasperi, come spiega un video preparato dai progettisti. Poi un residence con 54 alloggi di super lusso, un albergo con 120 camere, piscina e un polo congressuale con sale fino a 300 posti e ovviamente una Spa. Un progetto che spunta dopo uno stop un decennio in cui gli imprenditori stabiesi, che hanno realizzato il porto turistico, sono rimasti fermi. Dopo avere ricevuto i finanziamenti pubblici per costruire il porto per le barche dei vip e lo Yacht club con piscina e ristorante, tutto il resto è rimasto com'era quando sul mare c'era una fabbrica. La fase di restyling dei capannoni a terra non è mai cominiciata, ma ora ecco che in un video, firmato dall'Od'a Officina d'Architettura, cambia la storia. A trovarlo su youtube i giornalisti di Metropolis che oggi hanno pubblicato il progetto. Nell'intervento anche trenta negozi, venti uffici e un parcheggio coperto da ottomila metri quadri. Ripescati dal vecchio progetto solo alcuni inteventi come il Centro commerciale per la diportistica e il teatro all'aperto per 650 posti. Per chi partecipò alle discussioni iniziali su possibili speculazioni e colate di cemento la parte più indigesta da ingoiare riguarda i 150 appartamenti con vista mare, in un città come Castellammare le case sul mercato immobiliare certo non mancano. A guidare la società napoletana, che ha realizzato il piano, è l'architetto Bruno Discepolo, collaudatore dei lavori in villa comunale e tra i tecnici del Grande Progetto Pompei. A questo punto però gli imprenditori di Marina di Stabia, che annunciano di volere partire nel 2018, dovranno risedersi al tavolo con le istituzioni per ottenere il via libera. Attualmente l'unica strada possibile è quella del Piano casa che però, prevedendo case popolari, non può essere intrapresa per un intervento in un porto turistico. Ritirato il video da Internet a tempo di record, ora si tratterà di capire quali sono le prossime mosse degli imprenditori per ottenere il lasciapassare alla realizzazione di 150 appartamenti e 52 alloggi di lusso. 

16-01-2018 19:50:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA