DOMENICA 20 OTTOBRE 2019
Castellammare

Centro storico e Varano, la maggioranza rimanda il consiglio comunale

Era previsto, risposta in un comunicato: "Aspettiamo la soprintendenza di Napoli. Per il centro antico, invece, se ne parlerà l'anno prossimo"

di Paolo Di Capua
Centro storico e Varano, la maggioranza rimanda il consiglio comunale

Niente consiglio comunale. Come accaduto quando si doveva discutere delle Terme, neppure stavolta la maggioranza si presenterà alla richiesta di assise proposta dalla minoranza. Gli ordini del giorno erano la verifica dello stato di attuazione dei programmi legati alla riqualificazione del centro antico e la verifica di quelli destinati a Varano che comprendono anche gli abusi edilizi. Tuttavia, con un comunicato, l'amministrazione Pannullo fa sapere che, su questi due argomenti, verranno convocati due consigli comunali specifici: uno a breve, quello su Varano che comprenderà anche la riconversione museale della Reggia, e l'altro, sulla riqualificazione di centro antico e acqua della Madonna, l'anno prossimo. Con un comunicato stampa, si fa sapere che "non sono maturi i tempi per discutere di un argomento così delicato come Varano in quanto la competenza è passata alla Sovrintendenza Archeologica di Napoli dalla quale si attendono nuove linee guida normative". Insomma prima di pronunciarsi e discutere su un'area caratterizzata dalla possibilità di ritrovare nuovi reperti archeologici, dissesto idrogeologico e abusivismo edilizio, Sindaco e assessori preferiscono prima confrontarsi con il nuovo ente competente. "A breve sarà convocato un consiglio - si legge - nel quale si parlerà anche del futuro della Reggia di Quisisana destinata ad essere gestita dalla sovrintendenza di Pompei".  Si dovrà aspettare il 2017, invece, per parlare di centro antico. "Deve essere un progetto che va oltre la riqualificazione urbana - si legge - abbiamo progetti a breve e a medio termine". Nel primo rientrano interventi come l'abbattimento di edifici pericolanti sostituiti da piazzette e aree verdi, telecamere di videosorveglianza, manutenzione, marciapiedi, bando per la riqualificazione sismica dei fabbricati privati. Nel secondo, quello a medio termine, in evidenza interventi di riconversione e adeguamento delle strutture Silos, riduzione del rischio idrogeologico e gli chalet dell'Acqua della Madonna. "Sarà studiato un bando - si comunica - rivolto essenzialmente ai giovani e alle donne". La minoranza, comunque, prevede di partecipare al consiglio e di tenere un'altra conferenza stampa 

24-11-2016 15:10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO