LUNEDÌ 17 GENNAIO 2022




Il caso

Commerciante ucciso per avere reagito ad una rapina: 'Morto per difendere il tuo lavoro'

Fiori e biglietti davanti alla pescheria di Antonio Morione

di Redazione
Commerciante ucciso per avere reagito ad una rapina: 'Morto per difendere il tuo lavoro'

"Sei morto per difendere il frutto del tuo lavoro. Spero che chi ha fatto ciò, paghi". E' scritto così, accanto ad un fascio di rose rosse depositate davanti alla saracinesca abbassata della pescheria "Il delfino", a Boscoreale, dove ieri sera è stato ucciso da rapinatori il pescivendolo Antonio Morione, di 41 anni. Fasci di rose, lumini accesi, e qualche biglietto viene aggiunto dai passanti in via Giovanni della Rocca: "Non è giusto morire per difendere il proprio lavoro ed i propri sacrifici" ha scritto un'associazione locale. All'interno della pescheria, chiusa, il telefono ha squillato a lungo stamattina presto. Chi non sapeva dell'accaduto chiamava per prenotare il pesce ed i frutti di mare della cena della Vigilia di Natale, una tradizione di Napoli e provincia. Del resto tutti nella città Vesuviana conoscevano la vittima, la sua una famiglia con un'antica tradizione nella commercializzazione di prodotti ittici. Lo ricordano i tanti residenti della citta' vesuviana che negli anni hanno conosciuto prima il padre dell'uomo, impegnato assieme ad altri parenti in questo tipo di attività, e poi i figli Antonio e Giovanni, titolari a loro volta di due esercizi commerciali posti a poche centinaia di metri l'uno dall'altro su quella che è una lunga arteria viaria che conduce fino a Torre Annunziata. Due attività, ''Il delfino'' e ''La rosa dei venti'', unite ieri sera da un comune destino: stando a quanto ricostruito dai carabinieri che indagano sulla morte di Antonio Morione, entrambe sono infatti state oggetto di rapine, che potrebbero essere state compiute dalla stessa banda. La prima ha interessato ''La rosa dei venti'', in via Armando Diaz, dove sono stati portati via soldi (da definire ancora in che misura); la seconda la pescheria ''Il delfino'', che non sarebbe andata in porto a causa della reazione del titolare che ha squarciato una ruota dell'auto, episodio che ha scatenato la reazione del rapinatore armato di pistola.

24-12-2021 18:04:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA