DOMENICA 23 GENNAIO 2022




la notizia

Con la pace fiscale va in pensione anche l'attuale scontrino

Dal luglio 2019 scontrino elettronico per gli gli esercizi commerciali sopra i 400 mila euro,dal 2020 per tutti

di Redazione
Con la pace fiscale va in pensione anche l'attuale scontrino

Ciao Ciao vecchio scontrino.
Quello nuovo sarà elettronico e si affiancherà alla fattura elettronica.
L'arrivo della certificazione telematica sarà graduale: dal luglio 2019 riguarderà i soli contribuenti con un volume  d'affari sopra i 400mila euro l'anno, dal 2020 per tutti gli altri.
L'obbligo di fattura elettronica per la maggior parte delle transazioni rimane dal primo gennaio 2019.
Questo è quanto emerge della bozza del decreto fiscale collegato con la manovra, che contiene anche le norme della cosiddetta "pace fiscale" annunciata dal governo.
Ci sarà dunque la tanto sbandierata possibilità di fare pace con il fisco per le liti tributarie di ogni grado e giudizio.
La novità, contenuta nella bozza del decreto fiscale, prevede che per i ruoli notificati fino al 30 settembre 2019 si possa pagare un importo pari al valore della controversia o, se l'Agenzia delle Entrate ha perso in primo o in secondo grado, un importo pari alla metà o a un terzo della contestazione.
Per "fare pace" con lo Stato sarà necessario fare domanda entro il 16 maggio e pagare cinque rate trimestrali fra il 2019 e il 2020.
In programma infine anche la "rottamazione Ter" delle cartelle che consente il pagamento del debito fiscale pendente dal gennaio 2000, senza sanzioni e more, dilazionato fino al 2024.
Potrà usufruire della nuova operazione anche chi ha aderito alla precedente rottamazione e pagherà l'ultima rata di novembre 2018. Il primo versamento è previsto per il 31 luglio 2019, poi due rate annuale per 5 anni una a luglio e l'altra novembre.

06-10-2018 16:22:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA