SABATO 23 OTTOBRE 2021




Il fatto

Coronavirus, contagi in calo ma per gli esperti prima di maggio non si esce da casa

La previsione: 'Il decreto del 13 aprile dovrà essere prorogato"

di Redazione
Coronavirus, contagi in calo ma per gli esperti prima di maggio non si esce da casa

Le stime indicano al momento che dai circa 4.000 nuovi casi positivi al giorno registrati attualmente si potrà scendere intorno a 500 casi al giorno intorno al 22 aprile e sotto i cento casi per i primi di maggio. Solo allora in Italia il numero dei nuovi casi positivi al coronavirus SarsCoV2 potrebbe scendere al punto da spegnere il campanello d'allarme, "ma anche allora il loro numero complessivo continuerà a essere alto". Emerge dalle stime degli esperti della pagina Facebook "Coronavirus-Dati e analisi scientifiche". Come tutte le stime, rilevano, anche queste "presentano incertezze", ma appare chiaro che "è impossibile pensare a un ritorno alla normalità anche per fine aprile". "I numeri - rilevano gli esperti - indicano che l'attuale decreto in scadenza il 13 aprile dovrà essere prorogato: per allora ci dicono che per quella data sarà impossibile uscire dal lockdown. Forse - proseguono - per allora potrebbe avvenire un allentamento di alcune misure per alcune attività lavorative, ma bisogna aver presente che per fine aprile il numero dei casi positivi sarà ancora elevato: anche se potranno esserci meno nuovi contagi giornalieri, sappiamo che non ci vuole nulla a ricreare in breve tempo una forte emergenza sanitaria".

07-04-2020 15:29:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA