MERCOLEDÌ 05 OTTOBRE 2022




La storia

Coronavirus, parroco partecipa a raduno religioso: muore a 45 anni

Il sacerdote viveva in uno dei comuni messi in quarantena, la seconda vittima

di Redazione
Coronavirus, parroco partecipa a raduno religioso: muore a 45 anni

Aveva partecipato ad un incontro religioso con un predicatore. Poi aveva cominciato a stare male. Non riusciva a respirare. Portato in ospedale è morto in un letto della terapia intensiva per i contagiati dal coronavirus. Don Alessandro Brignone è morto a 45 anni. Il cuore del parroco di Caggiano ha cessato di battere questa mattina intorno alle ore 6 nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Polla dove era ricoverato da martedì sera. La seconda vittima che aveva partecipato allo stesso raduno religioso. Il sacerdote, originario di Salerno, si era infettato, infatti, partecipando ad un incontro di neocatecumanali svoltosi a fine febbraio in una struttura alberghiera di Atena Lucana. Dallo stesso incontro é partito il focolaio del Covid -19 nel Vallo di Diano che ha portato alla messa in quarantena di quattro comuni: Atena Lucana, Caggiano, Polla e Sala Consilina. "Il nostro quarto giorno di quarantena inizia nel peggiore dei modi con la morte di don Alessandro. A tutta la famiglia vanno le nostre sentite condoglianze" dice il sindaco di Caggiano, Modesto La Mattina, annunciando la morte per coronavirus del parroco del suo paese. Don Alessandro era da circa dieci anni a Caggiano, piccolo centro tra il Vallo di Diano e la Valle del Tanagro dove tutti si conoscono. "La scomparsa di don Alessandro - continua La Mattina - sia da monito, se non vogliamo continuare a piangere vittime, a quanti ancora irresponsabilmente continuano ad uscire malgrado gli ormai infiniti appelli di restare a casa". Don Alessandro Brignone viveva da solo a Caggiano. Prima di essere ricoverato martedì sera presso l'ospedale di Polla è stato sempre assistito dal sindaco La Mattina. "Non appena è risultato positivo, gli sono stato sempre vicino portandogli i farmaci a casa. L'altro giorno mi ha inviato una foto con i risultati preoccupanti della saturazione di ossigeno. A quel punto abbiamo deciso di accompagnarlo in ospedale. Siamo affranti e distrutti, ma non possiamo fermarci dobbiamo continuare a combattere", conclude il sindaco di Caggiano. Don Brignone è risultato positivo dopo aver partecipato ad una riunione religiosa a fine febbraio tenutasi ad Atena Lucana, nel Vallo di Diano. Dopo alcuni giorni di quarantena trascorsi presso la propria abitazione, é stato ricoverato presso l'ospedale di Polla dove è spirato intorno alle sei di questa mattina. Va detto che a seguito dell'incontro religioso, cui ha partecipato anche un 75enne di Bellizzi morto anch'egli la scorsa settimana, si è sviluppato nel Vallo di Diano il focolaio di Covid -19 infettando, al momento, una ventina di persone. Dallo scorso 15 marzo, quattro comuni valdianesi (Caggiano, Atena Lucana, Polla e Sala Consilina) sono stati messi in stato di quarantena a seguito di apposita ordinanza del governatore De Luca.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

19-03-2020 10:36:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA