DOMENICA 05 DICEMBRE 2021




Il fatto

Coronavirus, stop alle auto in provincia di Napoli Italia Viva: 'Al via la manutenzione delle strade'

Migliore, Rostan e Vitiello a De Magistris: 'Ripartano al più presto i cantieri'

di Redazione
Coronavirus, stop alle auto in provincia di Napoli Italia Viva: 'Al via la manutenzione delle strade'

L'emergenza coronavirus costringe la maggior parte dei cittadini a casa, uno stop alle auto che per Italia Viva deve essere utilizzato per il restylig delle strade in pessime condizioni. "La riduzione consistente del traffico veicolare sulle principali arterie stradali della provincia di Napoli, in seguito ai provvedimenti restrittivi legati all'emergenza coronavirus, è un'occasione irripetibile per attuare un vero e proprio Piano Marshall della manutenzione stradale. Facciamo appello al sindaco della Città Metropolitana, Luigi de Magistris, affinché ripartano al più presto i cantieri, nel pieno rispetto di tutte le norme di sicurezza per i lavoratori, per restituire a una comunità di circa tre milioni di cittadini strade più sicure e percorribili". Lo hanno dichiarato Michela Rostan, Gennaro Migliore, e Catello Vitiello, deputati di Italia Viva.
"Sono diversi gli assi stradali percorsi, in tempi di normalità, da migliaia di veicoli al giorno, che collegano i comuni della provincia tra loro e con il capoluogo - proseguono i deputati di Italia Viva - molti dei quali versano in condizioni drammatiche. Tra buche sull'asfalto, avvallamenti, rifiuti che arrivano fin sulla carreggiata in prossimità degli svincoli, erba incolta che in alcuni tratti riduce la visibilità, segnaletica carente, guidare in sicurezza è una vera e propria impresa. La ripartenza del nostro Paese passa anche dal miglioramento di queste infrastrutture. Bisogna farsi trovare pronti nel momento in cui ci sarà la riapertura delle attività e, una volta tanto, giocare d'anticipo. E' evidente inoltre che essendo possibile realizzare in tempi più brevi questi lavori, si consentirebbe alla Città Metropolitana di ridurre anche la spesa pubblica. Cantieri più veloci, tempi di realizzazione più brevi, coniugherebbero qualità ed economicità dei lavori".

14-04-2020 16:39:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA