GIOVEDÌ 20 GENNAIO 2022




Il punto

Covid, ristoranti e bar chiusi alle 18 e divieto di spostamenti tra Regioni: è scontro

Certo lo stop di palestre e piscine, stretta sullo sport

di Redazione
Covid, ristoranti e bar chiusi alle 18 e divieto di spostamenti tra Regioni: è scontro

Non c'è accordo sull'orario di chiusura di bar e ristoranti e sul limitare gli spostamenti tra le Regioni. Conte rinvia la Conferenza stampa e, la firma del nuovo decreto per fermare i contagi, slitta a domani. Nella bozza originaria i bar e i ristoranti potrebbero chiudere alle 18 durante la settimana e non aprire nemmeno le domeniche. Quattro le persone per ogni tavolo se non sono conviventi. Ma le Regioni non sono d'accordo. Scontata, invece, appare la chiusura di palestre e piscine che si avviano verso la sospensione delle attività. E il divieto delle competizioni non agonistiche. Didattica a distanza al 75% alle superiori, ma che può arrivare al 100% su decisione dei singoli Presidenti di Regione in base al numero di contagi. Sono alcuni dei contenuti del prossimo Dpcm per combattere il coronavirus secondo le indiscrezioni emerse. Dall'incontro con le Regioni arriva la richiesta di fare i tamponi solo ai sintomatici e di spostare l'orario di chiusura di bar e ristoranti alle 23, con servizio al tavolo e alle 20 senza servizio, inserimento già nel Dpcm del ristoro economico per le attività colpite dalle misure. Sono le richieste che arrivano dalla Regioni al governo e che secondo i governatori dovrebbero confluire nel provvedimento. I presidenti chiedono anche la revisione del sistema delle attività di contact tracing, che non dovrebbero essere più obbligatorie, nonché di inserire due ulteriori raccomandazioni,  sull'esecuzione dei test antigenici e sull'assistenza domiciliare ai pazienti. 

24-10-2020 21:12:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA