SABATO 23 OTTOBRE 2021




Il fatto

Covid, senza vaccinazioni niente riaperture dopo Pasqua: 'La priorità è la scuola'

Locatelli, presidente del Cts: 'Troppi pazienti nelle Rianimazioni'

di Redazione
Covid, senza vaccinazioni niente riaperture dopo Pasqua: 'La priorità è la scuola'

Se la campagna di vaccinazioni non avanza anche dopo Pasqua non ci saranno molte riaperture. Bisogna fare presto "con la protezione dei più fragili, dopo operatori sanitari e Rsa è urgente completare over 80 per poi passare a soggetti estremamente vulnerabili e alla fascia d'età 70-79 nella quale ricordo che il tasso di letalità è pari al 10 per cento". Lo dice in un'intervista a Il Fatto Quotidiano Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico-scientifico. "Serve, come ha detto il premier Draghi, un approccio omogeneo, pur con le dovute particolarità territoriali, che renda uniforme la strategia rispetto alle categorie da vaccinare prioritariamente" spiega. Le ragioni di difficoltà di alcune Regioni "come la Lombardia meritano analisi approfondite" tuttavia "in questo momento l'obiettivo deve essere quello di rendere tutti al meglio performanti senza dividersi". Venendo alle riaperture, per Locatelli "aprire contemporaneamente troppe cose non sarà possibile, andranno fatte delle scelte che tengano conto anche di ragioni di natura sociale ed economica con la massima priorità per la scuola in presenza come ha sottolineato il premier Draghi". Viene prima la salute, ma "allo stesso tempo si devono dare risposte alla crisi socio-economica".

I contagi "sono in decelerazione da più di una settimana e si comincia a vedere una flessione. Invece, il carico nelle rianimazioni è ancora molto elevato, sopra i 3.500 posti letto occupati. È superata la soglia di allarme in una dozzina di regioni e in qualche caso siamo addirittura sopra al 50 per cento. Tutto questo si riverbera in modo importante su attività chirurgica e di assistenza per altre patologie". Purtroppo, "questo è il dato che indica una fase ancora critica della pandemia e non possiamo non tenerne conto nelle scelte di riaperture". In autunno si potrà avere "una situazione di immunizzazioni ben più elevata e in grado di scongiurare la quarta ondata". 

26-03-2021 10:39:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA