SABATO 27 FEBBRAIO 2021




L'intervista

Cristian Izzo parla della sua città: "Castellammare luogo abbandonato da 40 anni per un preciso disegno della politica"

Autore e attore gira l'Europa ricevendo premi, ma ci scherza su: "Faccio teatro perchè non ho saputo giocare a pallone"

di Christian Apadula
Cristian Izzo parla della sua città:

"Castellammare è un luogo abbandonato da 40 anni per un preciso disegno politico, male amministrato e lasciato alla totale indolenza dei suoi cittadini". E' duro Cristian Izzo, attore, autore teatrale di talento, molto giovane, appena 26 anni, ma un gran futuro innanzi a se. "Se non si comincia a capire che il bene collettivo è il bene di tutti, poi si fa l'errore di credere che nulla ci debba toccare, che il mare non ci appartenga, che l'arenile sia una cosa da nulla, che le sorgenti, tutto sommato siano qualcosa a cui si può rinunciare". Una fotografia impietosa che l'attore stabiese impegnato a portare le sue opere all'estero, riprende anche nei suoi lavori teatrali.   

E’ figlio della tradizione stabiese "mi sento piu vicino a Ruccello, ma come non riconoscere il valore di Viviani per il teatro del '900". Diplomatosi al liceo Plinio seniore, Cristian subito mette su “La compagnia del futuro”. L’intento è quello di rompere gli schemi, grattare la muffa che rischia di soffocare una tradizione di grande valore.

Un obiettivo che non cela, dichiara subito, nelle sue opere, nelle interviste, una grande voglia di cambiamento che lo spinge ad osare.

Si Confronta con grandi testi, mostri sacri e li rielabora, Pirandello, Beckett, Viviani, Eduardo.  Una passione per Carmelo Bene. Mette in scena opere toccanti come “Ultima fermata: Chi è di scena” storia delle  deportazioni naziste lette dal punto di vista dei diversamenti abili.  Per passare ad una serie di opere prime fino a “Ultimo giorno di re Ferdinando VIII” il re che voleva salvare la luna. Opera di ispirazione Beckettiana sul dramma degli internati psichici. Con questo lavoro  Cristian gira l’Europa raccogliendo consensi di critica e premi. Insomma un nuovo talento tra le stelle della drammaturgia stabiese è già nato, ed in questa intervista si racconta ai lettori del Corrierino.

05-05-2016 19:38:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA