GIOVEDÌ 29 LUGLIO 2021




La sentenza

Crollo del palazzo con otto vittime, colpa dei lavori in un appartamento: quattro condanne

Duro verdetto per proprietario e architetti

di Redazione
Crollo del palazzo con otto vittime, colpa dei lavori in un appartamento: quattro condanne

In quattro sono stati ritenuti colpevoli del crollo di un palazzo che costò la vita a sei adulti e due bambini. Dopo quattro anni arriva la sentenza sulla tragedia del 7 luglio 2017. A causare quel crollo secondo i magistrati del Tribunale di Torre Annunziata furono dei lavori di ristrutturazione in un appartamento dell'edificio. Percio' è stato condannato a dodici anni e mezzo Gerardo Velotto, proprietario della casa in cui erano in corso i lavori. Dodici anni per l'architetto Massimiliano Bonzani e undici anni per il collega Aniello Manzo, ritenuti i due direttori dei lavori. Nove anni e mezzo per l'operaio Pasquale Cosenza, esecutore materiale delle opere edilizie. Assolti dalle accuse di omicidio colposo plurimo e crollo colposo gli avvocati Massimiliano Lafranco e Roberto Cuomo, quest'ultimo amministratore di condominio del palazzo crollato al civico 15 di Rampa Nunziante a Torre Annunziata. I due sono stati condannati a un anno per i falsi. 

21-07-2021 21:08:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA