GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2021




Calcio

Crollo Napoli. La Fiorentina passeggia al San Paolo: 2-0 il risultato finale

Squadra senza gioco e senza anima. I fischi dei tifosi

di Nicola Vanacore
Crollo Napoli. La Fiorentina passeggia al San Paolo: 2-0 il risultato finale

Azzurri in campo ancora incerottati in difesa e alla ricerca di una vittoria in campionato che al San Paolo manca da troppo.? Di contro la Fiorentina cerca di dare continuità ai risultati ottenuti con Iachini.
Gattuso lascia ancora in panchina per la terza partita consecutiva Meret e conferma Ospina tra i pali in un dualismo che non fa piacere ne al portiere friulano e neppure alla società visto che questo è l’anno degli Europei.
Iachini conferma in attacco la coppia Chiesa Cutrone, per il resto tutto secondo le previsioni.
Primo tempo
Dopo dieci minuti di studio e Castrovilli a sprecare la prima occasionassima della partita mettendo fuori da posizione favorevole. Dopo due minuti si fa vedere il Napoli che con Milik di testa impegna Dragoski.
Al 20’ proteste viole per fallo di mano di Allan in area, ma Pasqua dopo aver visto l'episodio sul monitor dopo la segnalazione della Var dice che si può proseguire.
Il vantaggio della Fiorentina, padrona del campo arriva con Chieda al 26’ dopo una perfetta azione corale della squadra.
Ci prova Zielisnski al 30’ ma senza fortuna, un minuto dopo Cutrone segna ma la rete viene annullata per fuorigioco.? Corre il minuto 36’ e Callejon perfettamente imbeccato d Fabian Riuz sul suo solito taglia spedisce incredibilmente fuori. C’è ancora tempo per segnalare una grande parata di Ospina che nega il 2-0 a Benassi.
I fischi del San Paolo accompagnano il Napoli negli spogliatoi alla fine del primo tempo.
Secondo tempo
Passano sette minuti e Insigne scheggia la traversa, è il 15 legno colpito dagli azzurri in questa stagione. Al 56' Fiorentina vicina al raddoppio con Ospina che nega a Chiesa servito da Castrovilli la gioia del secondo gol.
Iniziano i cambi, Allan lascia il posto a Lemme e rientra direttamente negli spogliatoi visibilmento nervoso, poi sarà la volta di Lozano a prendere il posto di Zielinski mentre Hysaj e Lemme trovano il tempo di farsi ammonire.
Napoli visibilmente nervoso e in bambola mentre la Fiorentina continua a svolgere il compitino con difesa attenta e ripartenze.
Al 66' primo cambio per Iachini, fuori Cutrone dentro Vlahovic, gli azzurri provano a spingere ma senza convizione e senza uno straccio di gioco.
Si arriva al minuto 73' e Vlahovic appena entrato la mette dentro su un cambio di gioco di Federico Chiesa.
Il  San Paolo è stanco e sfiduciato, così inizia a beccare Gattuso (incomprensibili le sue scelte tattiche) e la squadra sicuramente abulica, ma senza gioco e senza idee.
Il Napoli prova a spingere a testa bassa ma non punge, mentre è la Fiorentina a controllare la partita che scorre senza emozioni fino al 93' quando Pasqua dice che può bastare e lascia la squadra in balia dei fischi assordanti del San Paolo.

Cosa dire: il Napoli questa sera ha toccato il fondo e sembra non essere più in grado di raddrizzare una stagione, con una società che ha perso il controllo della situazione che ora si fa preoccupante, con l'aggravante di aver messo in panchina un Gattuso che non è in grado di prendere in mano la squadra. Una squadra che con Sarri hanno dato il meglio giocando un calcio che incantava pur non essendo fenomeni, ma che certo non possono essere diventati brocchi in tre mesi.

NAPOLI - FIORENTINA: 2-0

Il tabellino

NAPOLI (4-3-3) allenatore Gattuso:
Ospina, Hysaj, Di Lorenzo, Manolas, Luperto; Allan (56' Demme), Fabiàn Ruiz, Zielinski (64' Lozano); Callejon (75' Llorente), Milik, Insigne.
 FIORENTINA (3-5-2) allenatore Iachini:
Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Benassi, Pulgar, Castrovilli, Dalbert (87' Ceccherini); Chiesa (78' Sottil), Cutrone (66' Vlahovic).

Arbitro: Pasqua

Reti: 26' Chiesa, 74' Vlahovic

Ammoniti: Hysaj (N), Demme (N), Dalbert (F)

 

18-01-2020 22:46:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA