MARTEDÌ 28 GIUGNO 2022




La curiosità

Cuomo e Pannullo, gli ex amici dallo stesso destino: in quattro protagonisti dei due addii

Il record se lo assegna Alfano, la sua firma in tre scioglimenti anticipati consecutivi

di Mariella Parmendola
Cuomo e Pannullo, gli ex amici dallo stesso destino: in quattro protagonisti dei due addii

Il record è sicuramente di Antonio Alfano. Tre sindaci mandati a casa uno dopo l’altro con la sua firma. C’è sempre lui tra i consiglieri che scrivono la parola fine prima del tempo, riaprendo le urne a distanza di ogni due anni: poco più, poco meno. Lui con Bobbio, lui con Cuomo, lui con Pannullo. Prima Udc, poi a capo di una lista civica, ha nel suo curriculum politico tre scioglimenti anticipati, uno di un’amministrazione di centrodestra e due a guida Pd. Ma non è il solo a essere immortalato almeno in due foto che entreranno nell’archivio della storia politico-amministrativa di Castellammare. Ci sono altri tre consiglieri comunali che hanno fatto la stessa esperienza delle dimissioni per due volte di fila. Eutalia Esposito, Gaetano Cimmino e Vincenzo Ungaro erano dal notaio per chiudere la pagina di Nicola Cuomo sindaco nel 2015 e sono andati di nuovo dal notaio ieri sera per dire addio a Pannullo. Anche se nel caso degli ultimi due, oggi come allora, il ruolo di opposizione gli assegna una parte abbastanza obbligata in un film dall’esito scontato. Stesso epilogo, ma trama differente per i due sindaci del partito di Renzi prima amici e poi avversari. Se con Cuomo fondamentale è stato il ruolo di un pezzo di Pd che lo ha tradito, in questo caso è stato proprio lo scontro tra democratici e civiche a portare al ritorno alle urne in primavera. La quarta volta in cui gli stabiesi sono chiamati a votare dal 2010 a oggi.  


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

06-02-2018 14:22:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA