SABATO 18 GENNAIO 2020
Il fatto

Da Gragnano a Torino per conquistare la stella Michelin, premiato il giovane chef Nicola Somma

Scelto da Cannavacciuolo per il suo bistrot: "Gli piace mangiare, cosa importante per un cuoco"

di Christian Apadula
Da Gragnano a Torino per conquistare la stella Michelin, premiato il giovane chef Nicola Somma

Da Gragnano all'empireo degli chef stellati. Lo ha voluto al suo fianco e non ha sbagliato. Antonino Cannavacciuolo l'ha scelto come chef del suo bistrot a Torino e, dopo poco più di un anno, Nicola Somma è uno chef stellato. Nel presentare il suo progetto, il cuoco più famoso di Italia aveva detto di lui: "Il giovane chef Nicola Somma è di Gragnano, il paese della pasta, e ama la cucina napoletana. E gli piace mangiare che poi è la cosa più importante per un cuoco". Nicola Somma ripercorre i passi di Cannavacciuolo partito da Vico Equense. 
Lo chef ha puntato sulla coppia composta dalla classe del maitre Pino Savoia in sala e alla maestria del giovane Nicola Somma fresco di premio “stellato”, tutti e due arrivati da Napoli. Il Piemonte del resto è la seconda regione d'Italia per numero di stelle, guardando alla geografia ridisegnata dalla Guida Michelin 2019 ci sono 29 novità ad una stella per un totale di 318 ristoranti, restano 39 quelli a due stelle e dieci quelli nell'Empireo dei grandi. E' Napoli e la sua provincia a battere il record del maggior numero di locali stellati, ma poi anche quest'anno nessuno degli chef del Sud coglie l'obiettivo delle 3 stelle. Intanto Nicola Somma arrivato al risultato giovanissimo si gode il premio, mentre Cannavacciuolo già pensa al prossimo traguardo. 


 

 

 

 

 

16-11-2018 17:04:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO