GIOVEDÌ 20 GENNAIO 2022




L'intervista

Da Sanremo sempre più su, Elodie solo record: 'Andromeda racconta le mie fragilità'

La cantante e il suo rapporto con Emma Marrone: 'Mi ha fatto sentire più serena'

di Annalibera Di Martino
Da Sanremo sempre più su, Elodie solo record: 'Andromeda racconta le mie fragilità'

Dal palco dell’Ariston agli instore ed un tour in giro per l’Italia: Elodie è una delle stelle della musica italiana. Per lei dopo Sanremo solo record. "Andromeda" ha superato 2.8 milioni di streaming. Il video dell'esibizione sul palco di Sanremo ha superato 2.3 milioni di visualizzazioni ed il video ufficiale del brano è stato visto più 2.8 milioni di volte. Elodie è sicuramente una delle favorite del Festival di Sanremo 2020. La sua eleganza ed il suo brano hanno colpito il pubblico che l'ha decretata una delle cantanti migliori all’Ariston. Chiusa la parentesi della kermesse, Elodie sarà in giro per diversi instore, tra cui uno a Napoli, per promuovere il suo ultimo disco "This is Elodie", e concerti in location italiane: il 16 aprile in Santeria Toscana, il 31 a Milano e il 18 aprile al Teatro Centrale di Roma. Al Corrierino ha raccontato della sua esibizione all'Ariston e la sua crescita musicale, di ciò che le ha detto prima dell'esibizione il suo pigmalione Emma Marrone, della scelta particolare di inserire messaggi vocali nel disco ed ha lanciato un messaggio importante alle ragazze che come lei hanno avuto una vita non semplice.

Qual è la differenza principale tra Elodie di “Tutta colpa mia” a Sanremo 2017 e quella di “Andromeda” al Festival 2020?

"Rispetto a tre anni fa ho affrontato il Festival sicuramente con maggiore consapevolezza. Sono molto cambiata dalla mia prima esperienza, sono cresciuta, maturata, come donna e come cantante. “Andromeda” è stata scritta per me da due amici, due artisti che stimo molto, Mahmood e Dardust. Sono io, racconta le mie fragilità, le mie catene". Hai sentito Emma prima della partecipazione a Sanremo, se si cosa ti ha consigliato? "Ho incontrato Emma poco prima di esibirmi sul palco, era ospite della prima serata. Mi ha rassicurata, mi ha dato forza e grazie ai suoi consigli sono riuscita a cantare con maggiore serenità e concentrazione".

Nel nuovo album “This is Elodie” c’è una donna che si muove tra sound hip-hop, ballad romantiche ed anche sfumature reggaeton. Elodie vuole e continuerà a misurarsi con più generi musicali?

"Adesso continuerò a studiare, a imparare e a scoprire nuovi lati di me stessa e della musica che voglio cantare, mi metterò nuovamente in discussione, pur rimanendo coerente con me stessa e con il mio percorso musicale. Non vedo l’ora di continuare a sperimentare e raggiungere nuovi obiettivi. Non so esattamente cosa mi riserverà il futuro, per ora ciò che so è che questa settimana potrò incontrare chiunque avrà piacere di venire agli instore e ad aprile ci saranno due live, uno a Milano, alla Santeria Toscana 31, e uno a Roma, al Teatro Centrale".

Perché hai scelto di inserire dei messaggi vocali nel disco?

"Mi piaceva l’idea di far capire alla gente in che modo avessero preso forma le canzoni dell’album, passo dopo passo, le sensazioni provate, i dubbi, i timori, la gioia di vedere questo nuovo progetto nascere".

Hai raccontato una storia sui tuoi difficli 19 anni. Ci sono ragazze che vivono la tua stessa situazione. Cosa diresti loro ed a quella Elodie di dieci anni fa?

"Direi loro, e alla me stessa di dieci anni fa, di non smettere mai di credere in se stesse, di non mollare e che con la perseveranza e il duro lavoro si raggiungono tutti gli obiettivi. Direi loro di non avere fretta, di prendersi il tempo per conoscersi e per capire la propria strada"

15-02-2020 19:20:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA