LUNEDÌ 20 GENNAIO 2020
food

Dalla storica Pizzeria Trianon da Ciro scatta la polemica: La tradizione è già Gourmet!

“LA PIZZA E’ PIZZA E VA SI RISPETTATA.”

di Annalaura Gaudino
Dalla storica Pizzeria Trianon da Ciro scatta la polemica: La tradizione è già Gourmet!

Non abbiamo nulla da dire sulle scelte altrui di produrre pizze particolari, diverse e piu’ costose di quelle tradizionali, ma noi siamo per l’altissima qualità della tradizione senza andare a gravare sui prezzi. In questo senso, se per pizza gourmet si intende una pizza fatta con ingredienti ricercati, la pizza del Trianon va considerata gourmet dal 1923. Ma da noi una pizza e una birra al tavolo si pagano ancora 8 Euro” .

 

Così Angelo Greco e Giuseppe Furfaro, titolari della storica Pizzeria Trianon da Ciro, durante una recente intervista rilasciata a Carmine Bonanni di Radio Amore Napoli: “La pizza è pizza e va sì rispettata, nasce cioè come Margherita e Marinara, secondo gli insegnamenti che abbiamo ricevuto dalle generazioni precedenti, i capostipiti Ciro e Giorgina Leone fondatori del Trianon, e i loro due figli, Pasquale e Giuseppe. Sono loro che hanno continuato la tradizione del Trianon, oggi portata avanti dalle sorelle Leone e dai  mariti: Angelo e Giuseppe.”

 

Sulla tradizionale pizza del Trianon proseguono: “Noi ci siamo concessi anche la salsiccia e friarielli, ma alla base di tutte le pizze  c’è sempre la  Margherita. Poi ci sono ottimi prodotti ma per noi la pizza va preparata con i suoi ingredienti storici, senza l’aggiunta di altri ingredienti, creme o altro” . 

 

E quanto alla presunta disputa tradizione – gourmet, affermano : “Se con questo termine ci si vuol riferire alla qualità e all’utilizzo  di ingredienti pregiati e ricercati, allora la tradizionale pizza del Trianon va considerata gourmet dal 1923 proprio per l’estrema attenzione che noi riserviamo agli ingredienti  da quasi un secolo. Infatti i nostri fornitori sono storici quanto noi perchè garanzia di qualità altissima. Il fiordilatte proviene da uno dei migliori caseifici di Agerola, e lo stesso si puo’ dire della mozzarella di bufala. Per quanto riguarda i pomodori, li seguiamo dalla piantumazione alla raccolta e sono lavorati per noi da una piccola azienda dell’agro nocerino sarnese. I salumi sono italiani dalla crescita dell’animale alla macellazione. I formaggi come il pecorino e parmigiano dop sono rigorosamente italiani.” 

 

Nel panorama attuale fatto di tradizione e nuove pizze, concludono “a nostro parere nel futuro resisterà la  pizza che “è” tradizionale. Ma noi riteniamo anche che tanto marketing intorno alla pizza gourmet faccia lievitare i prezzi. Si dice che tutto questo è dovuto alla ricerca di ingredienti pregiati, il che andrebbe a ripercuotersi sui prezzi al cliente. Ma come abbiamo spiegato, da noi la Margherita classica, la famosa ruota di carretto, che è anche  piu’ grande del normale,con una birra, si mangia ancora con 8 euro al tavolo. Tutto, ribadiamo, fatto con materiale rigorosamente di primissima scelta da quasi cento anni.”

 

Ufficio Stampa 

Simonetta de Chiara Ruffo

28-10-2016 12:36:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO