SABATO 25 SETTEMBRE 2021




Il fatto

De Luca firma il rientro in classe: 'I sindaci decidano in base ai contagi'

Varato il calendario del ritorno in aula, lunedì le medie

di Redazione
De Luca firma il rientro in classe: 'I sindaci decidano in base ai contagi'

De Luca firma il rientro in classe di tutti gli studenti in Campania. Stabilito anche il calendario con le scuole elementari che già hanno ripreso, questa settimana, lunedì tocca alle medie. Il governatore firma l'ordinanza che dà seguito a quanto stabilito dal Tar che ha accolto i ricorsi dei genitori. Anche se poi saranno i sindaci ad avere l'ultima parola rispetto ai contagi di ogni città e ai dirigenti scolastici. Ancora un'altra settimana per gli alunni delle Superiori. Si legge nella nota della Regione Campania: "Le scuole secondarie di primo grado (medie) riapriranno in presenza lunedì 25 gennaio 2021, salve diverse valutazioni di competenza dei Sindaci o dei Dirigenti scolastici. I Dirigenti scolastici dovranno comunque certificare la sussistenza delle condizioni e requisiti di sicurezza sanitaria prescritti dal vigente Piano di sicurezza per la ripresa delle attività della scuola, oltre ai requisiti di sicurezza generale. Si dispone inoltre lo svolgimento di attività di monitoraggio e di screening sul personale della scuola e sugli alunni delle classi o plessi interessati da casi di contagio, a cura delle ASL e dei medici di medicina generale. Rimane a cura delle Asl anche il controllo del rispetto dei protocolli di sicurezza nelle scuole". Con riferimento, invece, alle scuole secondarie di secondo grado (superiori), si dispone la ripresa in presenza a partire da lunedì 1° febbraio 2021, salve diverse valutazioni di competenza dei Sindaci o dei Dirigenti scolastici. L’ordinanza demanda ai singoli dirigenti scolastici la individuazione della percentuale di studenti in presenza (tra il 50 e il 75%), con espressa raccomandazione ad adottare un criterio prudenziale, al fine di minimizzare i contagi. Si dettano inoltre disposizioni per l’attivazione di servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale (per consentire un maggiore distanziamento a bordo dei mezzi) e per il coinvolgimento della protezione civile presso i plessi e le stazioni a maggiore rischio di assembramento per scongiurare condotte contrarie alle misure di sicurezza sanitaria vigenti. L’ordinanza infine fa espressa raccomandazione ai Rettori delle Università di privilegiare piani di didattica a distanza, al fine di contenere il più possibile i rischi di contagio.

22-01-2021 21:10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA