GIOVEDÌ 02 DICEMBRE 2021




Il fatto

Di nuovo in mare le quattro tartarughe salvate e curate, liberate a Puolo

Il presidente del Parco Marino Giustiniani: "Oggi una bella giornata"

di Redazione
Di nuovo in mare le quattro tartarughe salvate e curate, liberate a Puolo

Salvate e curate, sono ritornate libere. Hanno finalmente ripreso il largo le quattro tartarughe salvate quest'inverno dal Centro Tartanet dell'Area Marina Protetta di Punta Campanella, in Campania.
L'evento, che si é svolto questa mattina sulla spiaggia di Puolo, nel comune Bandiera Blu di Massa Lubrense, è stato seguito da oltre 100 persone. Presente anche la Capitaneria di Porto di Massa Lubrense e il tenente colonnello Aztori della Guardia di Finanza di Napoli.
Le Caretta caretta, grazie alla segnalazione dei pescatori di Salerno, erano state recuperate nei mesi scorsi dagli operatori del Centro e immediatamente trasferite presso la struttura della stazione zoologica Anton Dhorn a Portici. Erano disorientate e ferite al momento del salvataggio. Ognuna con la sua personale storia.
Salvatore, maschio di grosse dimensioni, é stato ritrovato nella rete dai pescatori. Ora affronterà la stagione riproduttiva e sarà seguito attraverso un trasmettitore satellitare che gli è stato installato sul carapace. Prometeo, invece, è un esemplare molto giovane, che aveva un po' di plastica nell'intestino. Calippo aveva molte ferite, una ventina, causate dall'accidentale cattura nella rete da pesca.
L'ultima arrivata, Cicciotta, è stata recuperata a metà marzo e, tranne qualche piccolo problema di galleggiamento, non ha manifestato particolari disagi.
"Reti da pesca, ami, plastica, impatti con imbarcazioni e le basse temperature del mare. Questi i pericoli maggiori per le tartarughe, che restano ferite o intorpidite, soprattutto durante i mesi invernali - spiega Antonino Miccio, direttore del Parco Marino di Punta Campanella -. Per questo è importante il lavoro di recupero e salvataggio, che è possibile grazie alla collaborazione dei pescatori e alla professionalità della Stazione Zoologica Anton Dhorn".
In 10 anni di attività del Centro Tartanet di Punta Campanella, sono state recuperate e rimesse in mare circa 160 tartarughe. "Numeri importanti, che hanno contribuito alla tutela della specie in Campania - osserva il Presidente del Parco Marino, Michele Giustiniani -. Oggi è stata una bella giornata di mare, con la partecipazione di moltissime gente. E questo è fondamentale, perché la tutela del nostro mare riguarda tutti".

07-05-2018 19:08:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA