MERCOLEDÌ 19 GENNAIO 2022




scuola

Didattica inclusiva: come formarsi per i BES

Bisogni Educativi Speciali: partono i master per la creazione delle figure professionali adeguate

di Redazione
Didattica inclusiva: come formarsi per i BES

Oggi più che mai la scuola è alla ricerca di figure professionali che possano andare incontro ai bisogni di coloro che hanno difficoltà nell’apprendimento, in modo tale da ridurre il divario che si può creare tra gli studenti. La scuola oggi cerca sempre di più di fornire a tutti i suoi studenti una formazione che non sia di prima o di seconda classe, non devono sussistere differenze, ma si deve cercare di fornire a tutti le stesse possibilità. Per ottenere questi risultati, negli ultimi anni si è sentito parlare sempre di più di didattica inclusiva per BES.

Con l’acronimo BES vengono definiti i bisogni educativi speciali per gli studenti che hanno bisogno di maggior sostegno durante gli studi. Per riuscire a venire incontro a questi bisogni, c’è bisogno nel campo educativo di persone che si sono formate appositamente in questo settore. Al fine di fornire un supporto operativo per affrontare i BES, si possono seguire specifici corsi di formazione, come ad esempio i Master di Unicusano attivi su varie città della Campania, dedicati proprio alla didattica inclusiva.

Cos’è la didattica inclusiva?

Le metodologie della didattica inclusiva per BES, si focalizzano su una serie di processi e attività che favoriscano la partecipazione e un miglior apprendimento degli alunni con bisogni speciali. La didattica inclusiva dev’essere presente in tutti i gradi della scuola italiana, a partire dalla scuola dell’infanzia, sino alle superiori.

Un percorso di formazione volto a includere sempre di più gli alunni e avvicinarli agli altri, senza creare un divario netto che possa essere per motivi di disabilità, culturali, linguistici o sociali. La didattica inclusiva, anche se creata appositamente per BES, in realtà offre un’opportunità a tutta la classe di alunni di collaborare gli uni insieme agli altri. La didattica inclusiva passa attraverso l’applicazione nel contesto educativo dei seguenti punti chiave:

I compagni di classe come Risorsa (introducendo momenti di apprendimento cooperativo e il ruolo del tutor) Adattamento e semplificazione del testo Mappe, schemi e aiuti visivi Potenziamento dei processi cognitivi (memoria, attenzione, concentrazione, relazioni visuo-spaziali-temporali, logica) e cognitivo-motivazionali Metacognizione e metodo di studio Emozioni, Autostima e Motivazione Potenziamento del feedback sui risultati

Bisogna essere consapevole che tutti gli individui hanno esigenze didattiche differenti, non tutti possono o riescono a formarsi nello stesso modo. Proprio riuscendo a vedere le differenze che sussistono tra gli alunni, si riescono a ottenere i risultati d’inclusività che si pone questo tipo di didattica.

Dunque l’obiettivo di questa didattica è evitare che possano nascere fenomeni di esclusione o di emarginazione. La didattica inclusiva, come s’intende dal nome serve per eliminare ogni tipo di barriera.

Come formarsi per i BES

Come abbiamo anticipato, per BES s’intendono i bisogni educativi speciali, per venire incontro a questi attraverso l’applicazione dei dettami della didattica inclusiva.

Al fine di ottenere le competenze specifiche per lavorare nella scuola, bisogna seguire un percorso formativo specifico. Innanzi tutto è necessario conseguire una laurea di primo livello in Scienze della Formazione, o dell’Educazione. Dopo il conseguimento della laurea, sarà possibile partecipare ai master in Didattiche e strumenti innovativi per il sostegno dei BES.

Questi master specialistici sono mirati a dare ai corsisti le capacità e le competenze necessarie per gestire correttamente tutti gli alunni che hanno bisogni educativi speciali. Attraverso questo master, si può operare con competenza nelle scuole e nell’ambito della pedagogia speciale.  

La formazione per i BES, dunque prevede un corso post-laurea di primo grado, la durata di questi è sempre di circa un anno. I master per approfondire i principi della didattica inclusiva sono tutti a pagamento.

15-02-2018 19:36:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA