LUNEDÌ 30 MARZO 2020
Europa Le

Dopo la sconfitta del Napoli lo sfogo di De Laurentiis: "Higuain fuori forma, come un mattone"

Il presidente guarda avanti: "Nulla da rimproverare alla squadra, non ci saranno conseguenze"

di Redazione
Dopo la sconfitta del Napoli lo sfogo di De Laurentiis:

E' un brutto momento per il Napoli.
L'eliminazione dall' Europa League (dopo quella subita in Coppa Italia), un solo punto conquistato nelle ultime due partte di campionato, Higuain a digiuno da quattro gare consecutive: insomma c'è di che preoccuparsi, anche se gli addetti ai lavori (Il presidente, l'allenatore ed il capitano, ad esempio) gettano acqua sul fuoco e pensano che ci siano tutti i presupposti per chiudere alla grande questa stagione.
Oggi De Laurentiis, a Milano per un consiglio di Lega, ha difeso la squadra e Sarri. ''Perdere - ha detto - non fa mai piacere ma non abbiamo nulla da rimproverarci perché la squadra ha sempre giocato molto bene. Non ho nulla da rimproverare alla squadra né a Sarri, il calcio è fatto così''.
Il presidente ne ha anche approfittato per parlare del contratto dell'allenatore. ''Sarri - ha spiegato - ha un contratto di un anno con me con quattro opzioni per gli anni successivi. Sta unilateralmente a me, entro un determinato mese di ciascun anno solare, poter esercitare l'opzione e confermargli il contratto a compensi predeterminati. Il diritto di opzione va esercitato entro e non oltre il termine X, non mi ricordo se è il 31 marzo, il 30 aprile o il 15 maggio, non ricordo''.
De Laurentiis ha infine parlato di Higuain e del momento particolare dell'argentino. Dopo aver detto che ''deve smaltire il chilo e mezzo in più, che funziona come un mattone'', lo ha difeso a spada tratta. ''Cosa si può pretendere - ha osservato - da Higuain? Dopo tutti i gol che ha fatto nella prima parte, ci può anche stare una pausa. Bisogna che ritrovi prima di tutto la sua splendente forma fisica che aveva un mese fa. E poi vedrete che i risultati torneranno''.
Sul fatto che per l'eliminazione dall'Europa League non ci sia da fare un dramma, è d'accordo anche il capitano, Marek Hamsik. ''Non dobbiamo mica vergognarci dell'eliminazione - ha scritto il capitano del Napoli sul su sito - abbiamo tenuto testa al Villareal. Da oggi in poi ci concentreremo sul campionato''. ''Certo - ha concluso lo slovacco - avremmo potuto segnare più goal nel primo tempo. Abbiamo creato tante occasioni, ma siamo stati un po' sfortunati nel finale di gara''.

26-02-2016 12:51:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA