DOMENICA 01 AGOSTO 2021




Il caso

Emergenza Covid, il dottore Coppola: 'Chi torna da Paesi a rischio è probabile abbia il virus'

Da mercoledì postazioni per i tamponi a Gragnano e Piano

di Redazione
Emergenza Covid, il dottore Coppola: 'Chi torna da Paesi a rischio è probabile abbia il virus'

"I focolai di Sant'Antonio Abate e Piano di Sorrento sono sotto controllo". È il dottore Antonio Coppola a gestire la fase dell'emergenza, creata dalla catena di contagi innescati dal virus che ha colpito prima la famiglia Polese, per poi estendersi ai comuni circostanti. "Ora stiamo monitorando Piano di Sorrento, per una scheggia del contagio che si è diffuso in penisola. Circoscritto il focolaio dell'infezione, potremo attuare gli altri controlli" spiega Coppola, che intervistato dalla RAI descrive la situazione attuale. "Su disposizione del governatore De Luca abbiamo deciso di non aspettare che il virus ci attacchi, ma di aggredire noi la malattia andandola a cercare". Racconta Coppola, spiegando la decisione dello screening di massa a Sant'Antonio Abate e Piano. Terminati i controlli nei due comuni caldi dell'emergenza, partiranno i tamponi a chi ha fatto richiesta in quanto rientrato dall'estero o entrato in contatto con i contagiati. "Sono mille e seicento le persone che hanno già chiesto alla nostra Asl di sottoporsi a controllo. Al momento solo 400 hanno avuto il tampone. Quattro le postazioni mobili che saranno istituite da domani: Pomigliano, Gragnano, Piano e Palma Campania". Dal 19 agosto ci si potrà presentare alle postazioni mobili prenotare il tampone e poi attendere i risultati a casa. Sui rientri dall'estero scatta l'appello di Coppola: "Anche se vi sentite bene, contattateci. Chi viene dai Paesi a rischio, come Croazia, Spagna e Grecia ha una forte probabilità di avere contratto il virus riportandolo in Campania. Comunicate il rientro così ci mettiamo tutti in sicurezza".

18-08-2020 09:35:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA