GIOVEDÌ 20 GENNAIO 2022




la ricerca

Emigrazione: torna l'emergenza nel Sud Italia, scappano i giovani

Allarmanti le prime anticipazioni del rapporto Svimez

di Redazione
Emigrazione: torna l'emergenza nel Sud Italia, scappano i giovani

Sono allarmanti le prime anticipacizioni del rapporto Svimez sull'emigrazione; un rapporto dove emerge, laddove ce ne fosse bisogno, l'immagine di un Paese spaccato in due con il Mezzogiorno che regista sempre di più il fenomeno di "svuotamento da emigrazione" da parte di migliaia di giovani e di laureati, che lasciano i paesi natii per cercare fortuna altrove.
Allo stesso modo in cui cresce il divario tra Sud e Nord dell'Italia, cresce anche il divario fra il Settemtrione e il resto dellEuropa, con un’Italia che Grecia a parte, rimane l'unico Paese dell'Unione Europea a non essere riuscita ancora a recuperare i livelli pre crisi.
Questi i primi dati: gli emigrati dal Sud tra il 2002 e il 2017 sono stati oltre 2 milioni, di cui 132.187 nel solo 2017, di questi ultimi 66.557 sono giovani (50,4%, di cui il 33% laureati).
Insomma il saldo migratorio interno, al netto dei rientri, è negativo per 852 mila unità; nel 2017 sono andati via 132 mila meridionali, con un saldo negativo di circa 70 mila unità.
Secondo Svimez la ripresa dei flussi migratori è "la vera emergenza meridionale, che negli ultimi anni si è via via allargata anche al resto del Paese".
Resta negativa anche la proiezione del Pil per il Sud che nel 2019 calerà dello 0,3% mentre il resto del paese crescerà dello 0,3% aumentando la divaricazione che, all’interno di un paese fermo porta il Mezzogiorno in recessione.
 

02-08-2019 10:18:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA