DOMENICA 23 GENNAIO 2022




Il fatto

Ercolano, crolla il tetto di Villa Favorita sotto i colpi del maltempo e dell'abbandono

Il sindaco Buonajuto: "Lo Stato dimentica le sue bellezze"

di Redazione
Ercolano, crolla il tetto di Villa Favorita sotto i colpi del maltempo e dell'abbandono

E' venuto giù dopo giorni di pioggia e vento. Il solaio di copertura dell'edificio di congiunzione tra la settecentesca Villa Favorita al corso Resina a Ercolano, opera dell'architetto Fuga, e gli edifici adiacenti destinati ad ospitare le guardie del corpo del re, entrambi realizzati dall'architetto Pietro Bianchi, autore della Basilica di San Francesco di Paola a piazza del Plebiscito a Napoli, é crollato questa mattina all'alba, senza provocare feriti. Presumibilmente il crollo ha interessato anche i solai intermedi. E' probabile che il crollo sia stato determinato dalle piogge delle scorse ore. Sul posto vigili del fuoco e personale dell'Ufficio tecnico comunale. Agenti della polizia municipale hanno chiuso il tratto di strada al traffico veicolare. Scosso il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto: "Fortunatamente non sono registrati ulteriori danni a cose o persone. Come molti sanno, molti ma non tutti, vista tanta disinformazione che circola in queste ore, si tratta di un bene del Demanio non del Comune, come qualcuno vuole lasciare intendere. Ho parlato con il direttore del Demanio che ha già disposto la messa in sicurezza dell'area''.  Il primo cittadino continua: ''È davvero un peccato che lo Stato si dimentichi delle sue bellezze sui territori, tra l'altro lasciando ai sindaci la responsabilità delle conseguenze che questi danni provocano all'intera cittadinanza - aggiunge - Il Comune di Ercolano si sta adoperando per garantire una viabilità alternativa nella zona: al momento, per tutti coloro che volessero raggiungere la città da Torre del Greco (lato mare), occorre passare per via Gabriele D'Annunzio zona Quattro Venti''.

14-11-2019 12:55:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA