GIOVEDÌ 29 LUGLIO 2021




Castellammare

Famiglie povere con bambini o disabili, arriva la card: da domani le domande

Si potrà avere un contributo fino a 400 euro, l'assessore Di Maio: "Chi partecipa stringe un patto con il comune"

di Redazione
Famiglie povere con bambini o disabili, arriva la card: da domani le domande

Un patto con il comune. Le famiglie in difficoltà economica da domani protranno presentare le domande per candidarsi ad avere un aiuto. Ma chi si propone dovrà accettare di essere inserito in progetti di borse lavoro e rispettare le richieste che arriveranno da Palazzo Farnese. Si possono inviare le domande per richiedere il Sia, il «Sostegno per l’inclusione attiva». Si tratta di una forma di contrasto alla povertà che prevede un sussidio per le famiglie in condizioni economiche disagiate. Il sostegno prevede 80 euro mensili per persona e massimo 400 euro per nucleo familiare che saranno accreditati su una carta prepagata che verrà consegnata dagli uffici postali. "Non sappiamo ancora quante famiglie stabiesi si trovano nelle condizioni richieste dal ministero, si tratta di una misura nuova che va oltre il reddito di cittadinanza" spiega l'assessore alle politiche sociali Carla Di Maio. "Un aiuto importante alle famiglie" annuncia il sindaco Pannullo. Entrambi promettono un sostegno alle famiglie che dovranno compilare le domande, grazie ad un'organizzazione messa a disposizione dagli uffici comunali. "La novità è che chi prende l'aiuto economico per comprare cibo o pagare le bollette, si impegna a rispettare l'accordo sottoscritto e quindi a superare le condizioni di criticità nelle quali si trova" aggiunge l'assessore Di Maio. Chi ottiene il contributo economico, infatti, dovrà partecipare attivamente ai progetti di collaborazione predisposti dal comune di Castellammare a cui spetta la gestione operativa delle domande; l’Inps è chiamato ad effettuare i controlli delle posizioni dei soggetti richiedenti per verificare il possesso dei requisiti richiesti. I criteri scelti dal ministero per chi ne ha diritto sono molto ristretti: in famiglia deve essere presente un minorenne o un figlio disabile, o una donna in stato di gravidanza.Sul fronte economico, si deve avere un indicatore della situazione economica equivalente (Isee) non superiore a 3mila euro ed eventuali altri aiuti economici devono essere di importo inferiore a 600 euro mensili. E ancora, nel nucleo familiare non ci devono essere percettori di strumenti di sostegno al reddito per i disoccupati, e non si devono aver acquistato auto o moto nel recente passato. In cambio, però, chi verrà inserito farà parte anche di singoli progetti diretti ad aiutare i bambini o chi è più in difficoltà in famiglia. Una mano tesa dallo Stato ai più poveri. 

 

01-09-2016 14:33:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA