DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019
Il fatto

Fincantieri, ufficiale il piano per Castellammare: investimento da 110 milioni di euro e assunzioni

Nello stabilimento previsti altri 150 operai

di redazione
Fincantieri, ufficiale il piano per Castellammare: investimento da 110 milioni di euro e assunzioni
Un investimento da 110 milioni di euro e l'assunzione di 150 operai. Questi i numeri del piano che Fincantieri ha per Castellammare. La conferma su quanto dovrebbe avvenire nello stabilimento stabiese da qui a due anni in un incontro tra i vertici del gruppo di Trieste e i sindacati. Con quaranta milioni di euro la società leader nella costruzione delle navi pensa da allargare il bacino per poter realizzare la costruzione di tronconi più grandi, ma sempre in appoggio ad altri stabilimenti del gruppo. E comunque toccherà a Governo e Regione investire gli altri settanta milioni di euro necessari a completare il piano. "L'annuncio di Fincantieri di investimenti a Castellammare per 110 milioni di euro, è una buona notizia che potrebbe portare anche ad importanti ricadute occupazionali''. Lo hanno sottolineato Antonio Accurso e Domenico Vacchiano, rispettivamente segretario regionale generale della Uilm, e segretario territoriale responsabile di settore, commentando gli esiti dell'incontro svoltosi oggi all'Unione industriali di Napoli, tra Fincantieri e sindacati.
"I vertici aziendali - hanno aggiunto - hanno annunciato che investiranno 40 milioni di euro direttamente e che hanno presentato un piano di 70 milioni di euro alle istituzioni locali, regionali e nazionali per allargare il bacino di costruzione da 32 a 45 metri con la realizzazione di una piattaforma semisommergibile. Tale investimento a regime permetterebbe di aumentare gli attuali 550 lavoratori fino a raggiungere un numero di 700 unità, con importanti ricadute anche sull'indotto. Con questo piano Fincantieri si propone di costruire nel bacino di Castellammare in cooperazione con Marghera tronconi di navi più grandi di quelle attuali, inoltre investirà specializzandosi sulla sagomatura lamiere e taglio per l'Intero gruppo innovando tutto il parco macchine". "Siamo contenti di questo importante passo della società - hanno concluso i sindacalisti - e auspichiamo che possa essere propedeutico all'arrivo poi in futuro di intere navi di stazza superiore come da tempo chiediamo per la Campania".
29-03-2019 19:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO