SABATO 04 DICEMBRE 2021




Il fatto

Focolaio in una scuola a Lettere, impennata di contagi

Il sindaco Giordano: 'Dati preoccupanti, serve responsabilità'

di Redazione
Focolaio in una scuola a Lettere, impennata di contagi

Focolaio in una scuola. Da undici i contagi arrivano a 17. Le aule a Lettere resteranno vuote fino al 5 novembre, mentre aumenta il numero dei positivi nella cittadina dei Monti Lattari. Lo comunica, nella serata di ieri, il sindaco Nino Giordano. "La ricorrenza dei defunti ci porta in dono, oltre al ricordo dei cari defunti, tanta apprensione per il focolaio covid che ha interessato la platea scolastica. Purtroppo si registra un'impennata dei contagi che salgono a 17, oltre tre positivi non residenti (12 bambini), con indice di contagio triplicato rispetto al dato regionale". Quindi sono venti tra maestre, bimbi e collaboratori scolastici ad avere preso il Covid a partire da un contagio in una classe delle elementari. "La notizia positiva è che dopo avere sentito personalmente tutti i contagiati,  vi confermo che stanno bene e questo deve darci fiducia e speranza. Vi chiedo di collaborare con la struttura competente dell'ASL, cui va un sentito ringraziamento per lo sforzo profuso, evitando di contattare telefonicamente gli uffici al fine di consentire di completare il  certosino lavoro di tracciamento del contagio. La misura dello screening scolastico, in uno all'ordinanza di chiusura dei plessi, si è resa necessaria perché non si è riusciti a tracciare il contagio" continua il primo cittadino. I bambini delle elementari e i ragazzi delle medie faranno lezione on line. "Era nostro compito, ma soprattutto nostro dovere morale, tutelare gli alunni. La dirigenza Asl mi ha confermato che entro la fine della settimana sarà completato lo screening, al fine di garantire una ripresa delle lezioni in presenza in massima sicurezza. Non è il momento delle discussioni accademiche e delle polemiche ma del silenzio, della responsabilità, della collaborazione" conclude Giordano.

02-11-2021 09:08:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA