LUNEDÌ 29 NOVEMBRE 2021




Intervista esclusiva

Franco Manniello rivela: "Io presidente della Juve Stabia fino a quando sarò ancora folle"

Il patron si confessa in esclusiva a "il Corrierino" su calcio, vita e politica

di Luca Olivetti
Franco Manniello rivela:

Metti una sera a cena a casa di amici, e succede quello che non ti aspetti; incontri Franco Manniello amico da sempre della mia famiglia e cominci a parlare di calcio, vita e politica.
Nasce così, quasi per gioco la chiacchierata che poi diventa "esclusiva" con il Presidentissimo.
Una chiacchierata piacevole fra una pietanza e un'altra, per la verità il patron mangia pochissimo, forse è provato dalle emozione di un giorno speciale per la Juve Stabia (la società nasceva esattamente 109 anni fa), forse non ha smaltito ancora le tossine della gara con il Matera finita da poco, ma dove alla fine si confessa come forse mai prima d'ora, parlando di calcio, vita privata, politica.

Cos’è la Juve Stabia per Franco Manniello?
Una follia.

Che sensazione è rimasta a Franco Manniello per la serie B sfumata?
La soddisfazione di aver dato a Castellammare, la mia città, e ai tifosi di cui mi sento essere parte integrante, tifo Stabia da quando sono nato, un’esperienza unica e …. qui si ferma; ma viso e gestualità del Patron lasciano intendere molto di più del sospiro, secondo me non pensa affatto alla parola “irripetibile” ma a qualcosa di … ben diverso.

Chi giocatore le è rimasto nel cuore?
Tanti, penso a Corona, Cazzola, Maury, Baldazeddu (che sento spesso e che anche oggi mi ha chiamato prima della gara); e mi scuso con tutti quelli che non ho citato, che ho nel cuore, e che hanno fatto e faranno parte della mia vita.

Qual è il suo rapporto con i tifosi?
Il rapporto dei tifosi con me è ottimo.

Cosa si sente di promettere ai tifosi?
Promesse mai più, ogni volta che prometto “porta male”.

Qual è la cosa più pazza fatta nella vita da Franco Manniello
Tante, una di queste la Juve Stabia.

E quella più più bella della sua vita?
Mia moglie

Cosa non rifarebbe?
Beh ... qui il patron arriccia ancora il naso, fa una pausa e poi dice: lasciami qualche segreto.

Cosa pensa della sua Castellammare?
Penso che geograficamente è la città più bella del mondo …. nessuno tiene per esempio 28 sorgenti di acque …. Purtroppo la “mala” cultura ha rovinato tutto.

Se avesse la possibilità, cosa farebbe per Castellammare?
Alla mia città manca l’impegno dell’imprenditoria e della gente di qualità, la politica spesso è nelle mani di persone che s’ inventano.

Ha intenzione d’impegnarsi di nuovo in politica?
Ogni tanto, come dice mia moglie “vado a cercarmi la distrazione”, insomma vado a trovarmi altri impegni come se quelli che ho non fossero sufficienti.
Alle prossime elezioni farò, come ho già avuto modo di dire, una mia lista in appoggio al Centro-sinistra, sperando che la politica non continui a essere il minestrone attuale.

Fino a quando farà il “patron” della Juve Stabia?
Fino quando sarò ancora folle.

Per chi tifa Franco Manniello?
Che domanda: sono tifoso della Stabia da quando ho cominciato a capire, poi subito dopo tifo Napoli, sono uno del sud io.

Ultima domanda presidente Manniello, qual è il suo sogno nel cassetto?
Ho un sogno inenarrabile che o succede per l’anno prossimo o non succede  più ….. poi si ferma arriccia per l'ennesima volta il naso come capita ogni volta che "non vuole dire", o quando deve dire quella che per lui è una "verita scomoda",  gli occhi si illuminano al punto che sembrano parlare più delle parole e della gestualità, e dice in napoletano: non succer ca un succer … ma si succer ….  e riprende la cena con gli amici.

20-03-2016 18:57:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA