GIOVEDÌ 12 DICEMBRE 2019
Calcio

Frittata azzurra, Napoli sconfitto nel finale al San Paolo dal Cagliari

Gli azzurri al quarto posto a meno sei dall'Inter e meno quattro dalla Juventus

di Nicola Vanacore
Frittata azzurra, Napoli sconfitto nel finale al San Paolo dal Cagliari

Ancelotti come promesso rimescola le carte sullo scacchiere azzurro provando a tenere sulla corda tutti gli uomini a disposizione, ma questa volta invece del piatto gourmet alla fine esce fuori una frittata in salsa azzurra con la classifica che vede gli azzurri già in ricorsa.
Squadra molle, con approccio mentale sbagliato, porta stregata e punizione finale quando nel momento dell’arrembaggio la difesa azzurra sbilanciata è stata infilata al minuto 87 dal più classico dei contropiedi con rete di Castro che gela il San Paolo nella prima gara d’autunno, fissando il risultato finale sull’1 a 0 a favore dei sardi scesi a Napoli in formazione rimaneggiata.

La partita:

Primo tempo
Prima occasione per  Simeone, ma l’attaccante argentino lanciato in profondità, sbaglia il secondo controllo e consente a Meret di intervenire in uscita.
Devono passare 19’ per vedere un’incursione centrale di Mertens, la difesa respinge come può, pallone sui piedi di Zielinski che ci prova dal limite ma mette a lato.
Al 23’ occasionissima per Mario Rui. L’esterno portoghese viene servito nello spazio, si ritrova a tu per tu con Olsen, ma spara clamorosamente alto da due passi.
Ancora una fase di stallo fino al 39’ quando Insigne prova la conclusione dalla distanza col sinistro. Palla fuori non di molto.
Al 41’ ancora occasione d’oro per il Napoli. Insigne servito ancora con un filtrante, spara il pallone su Olsen sprecando da due passi.

Secondo tempo
Ancelotti lascia Maksimovic acciaccato negli spogliatoi e presenta Koulibaly in campo.
Al 50’ si vede il Cagliari. Cross dalla destra sul quale si avventa Ionita appostato sul secondo palo. Palla fuori di poco. Il Napoli risponde dopo 3′ da calcio d’angolo. Nella mischia svetta Manolas, il greco schiaccia a terra, ma centralmente. Un minuto dopo si fanno pericolosi ancora gli azzurri e sempre da corner. Di Lorenzo stacca sul primo palo, ma Mertens non trova l’impatto col pallone in spaccata.
Al 57’ è Callejon ad impegnare Olsen. Cross di Mertens e taglio dello spagnolo. Il colpo di testa però, è debole.
Al 59’ l’ex portiere della Roma si supera su Koulibaly. Il senegalese stacca ancora su calcio d’angolo. Stavolta il pallone è indirizzato all’angolo, ma Olsen compie il miracolo.
Al 62’ palo esterno di Mertens, che anticipa tutti sul primo palo su cross di Di Lorenzo.
Assedio del Napoli con il belga che si ripete al 65’  con un tiro da fuori area, Olsen immobile, può solo guardare il pallone che scheggia la parte esterna del palo alla sua destra. Al 70’ cross di Allan per la testa del nuovo entrato Llorente, lLa sponda dello spagnolo sarebbe ghiotta per il tap-in di Mertens, che invece si fa anticipare da Pisacane.
Al 77’ Llorente vicino al gol, di testa, su cross Callejon. Palla fuori di poco.
All’85’ errore clamoroso di Koulibaly. Il difensore azzurro tutto solo in area, mette fuori di testa su cross arrivato dagli sviluppi di un calcio d’angolo.
Subito dopo Napoli pericoloso ancora in un’azione fotocopia. Stavolta di testa ci prova Llorente. Palla fuori di pochissimo.
E’ il minuto 87 quando arriva la beffa per il Napoli.
Contropiede sardo che porta al cross di Nandez per la testa di Castro che incorna alla grande e porta il Cagliari in vantaggio fra i fischi del San Paolo e le proteste azzurre per un precedente strattone in area cagliaritana ai danni di Llorente non punito dall’arbitro Di Bello che non sapendo cosa fare, non trova di meglio che sventolare il rosso diretto sotto il naso di Koulibaly.
Ultimi minuti che vedono ancora il Napoli che attacca a testa bassa e il Cagliari che si difende con ordine; ma al triplice fischio scoppia l’esultanza cagliaratina mentre resta l’immagine della delusione mista a incredulità stampata sul volto degli azzurri che pur avendo dominato la partita non sono stati capaci di chiuderla e  si ritrovano con una classifica, che complice le vittorie di Inter Juventus e Atalanta, li vedi già in affanno.

 

Il tabellino della gara:

NAPOLI (4-4-2) allenatore Ancelotti:
Meret, Malcuit, Manolas, Maksimovic (46’ Koulibaly), Mario Rui; Callejon, Zielinski, Allan, Insigne (74’ Milik); Lozano (66’ Llorente), Martens.
A disposizione: Ospina, Elmas, Gaetano, Ghoulam, Hysaj, Luperto, Malcuit, Ruiz, Younes.

CAGLIARI (4-3-1-2) allenatore Maran:
Olsen, Cacciatore, Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Nandez, Rog (72’ Castro), Ionita; Oliva; Joao Pedro (90’ Ceppitelli), Simeone (74’ Cerri).
A disposizione: Rafael, Aresti, Birsa, Cigarini, Deiola, Mattiello, Pellegrini, Pinna, Walukiewicz.

Arbitro: Di Bello di Brindisi (Schenone – De Meo) IV Uomo: Pezzuto VAR: La Penna AVAR Longo
Rete: ’87 Castro (C)
Ammoniti: Allan (N); Rog (C)
Espulso: 88’ Koulibaly (N) per proteste.

26-09-2019 18:09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO