GIOVEDÌ 01 DICEMBRE 2022




Castellammare

Fumata nera il Pd: si cerca un leader esterno al partito

I democratici rinviano a giovedì la decisione sul candidato a sindaco, in campo restano Mormone e Di Nardo

di Redazione
Fumata nera il Pd: si cerca un leader esterno al partito

Il Pd a Castellammare è ancora senza candidato. Da Roma arriva sempre lo stesso messaggio. Gennaro Migliore questa mattina non c’era nella segreteria regionale che avrebbe dovuto sciogliere il nodo delle nomination nei comuni al voto il cinque giugno. Ma sul caso stabiese la sua posizione è sempre la stessa: cercare ancora. Cercare un nome esterno al partito, che possa portare i democratici fuori dal buco nero nel quale sono finiti con un sistema di veti incrociati tra gruppi e componenti. Questo nome non c’è. In questi mesi i vertici del partito di Renzi, anche se favoriti nella scalata a Palazzo Farnese, hanno continuato a incassare una serie di no. Non hanno accettato l’investitura magistrati, giornalisti e manager contattati. Il sottosegretario alla giustizia, però, insiste a percorrere questo terreno in salita con la speranza di incassare il risultato. Oltre alla sua, oggi in segreteria regionale, era vuota anche un’altra poltrona: quella di Mario Casillo. Il consigliere regionale, del resto, è portatore di una missione ancora più complicata. La sua proposta di candidatura a sindaco dovrebbe avere il potere magico di trovare d’accordo l’ex sindaco Nicola Cuomo e chi lo ha mandato a casa, con la regia del sindacalista Gennaro Iovino. Anche per lui la soluzione appare complicata e così senza avere in tasca soluzioni, meglio risultare assenti. Divisi su due nomi invece i presenti di questa mattina. Divisi sulle uniche due proposte concrete in campo: Annapaola Mormone e Nello Di Nardo. Tra i due gode di un vantaggio competitivo la Mormone, sostenuta dal consigliere regionale Gianluca Daniele e Teresa Armato, isolato invece Fulvio Buonavitacola, uomo forte di De Luca che continua a sostenere l’ex parlamentare Nello Di Nardo. Su di lui, però, c’è lo stop di Nicola Cuomo, essendo stato il suo ruolo essenziale per chiudere l’esperienza di governo in modo traumatico. E quindi non resta che seguire il sentiero segnato da Migliore, cercare ancora. Almeno fino a giovedi. Quanto saranno tutti riconvocati. E a quel punto con un conto alla rovescia già partito, entro il 4 maggio si dovrà presentare leader, lista e coalizione, i giochi si dovranno fermare. Il rischio, infatti, è di arrivare fuori tempo massimo.


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

11-04-2016 19:35:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA