SABATO 23 OTTOBRE 2021




L'inchiesta

Giro di usurai dalla penisola fino a Castellammare e Gragnano, tra gli indagati un noto avvocato della penisola

Secondo la Procura costringevano imprenditori a pagare tassi d'interessi del 50%

di Redazione
Giro di usurai dalla penisola fino a Castellammare e Gragnano, tra gli indagati un noto avvocato della penisola

“Avidi usurai” li definiscono i magistrati. Insospettabili. Un’organizzazione che coinvolge nomi noti della penisola sorrentina, ma arriva fino a Castellammare e Gragnano. Un terremoto giudiziario con sedici indagati coinvolti in un giro che tramite carte prepagate e raffinati meccanismi avrebbe costretto le vittime a sborsare tassi d’interesse fino a più del 50%. Un giro scoperto dalla Procura di Torre Annunziata, in cui sarebbe finito anche un noto avvocato della penisola.
L'avviso di conclusione di indagini è stato notificato, stamattina, dai carabinieri, a imprenditori e liberi professionisti che prestavano soldi a tassi usurari ad altri imprenditori. Se la maggior parte delle persone coinvolte è della penisola sorrentina, come Rosario Maresca già finito da tempo agli arresti domiciliari per questa vicenda, tra i professionisti finiti nei guai ci sono anche stabiesi e gragnanesi. Oltre a D. D., 40 anni, di Piano di Sorrento; anche gli imprenditori Vincenzo e L. T., di Cassino; R. A., 55 anni di Sant’Agnello; G. B. A., 39 anni di Castellammare; F. C., 47 anni di Piano di Sorrento; A. M., 75 anni di Sorrrento; B. M., 46 anni di Sant’Agnello; G. D., 49 anni di Castellammare di Stabia; R. S., 48 anni di Vico Equense; G. M., 49 anni di Piano di Sorrento; L. D. N., 56 anni di Castellammare; G. Z., 72 anni di Gragnano; G. D. M., 38 anni di Vico Equense; S. R., 58 anni di Roma; G. D. S., 61 anni di Sorrento. Secondo l’accusa oltre all’usura e al riciclaggio ad alcuni vengono contestati anche i reati di truffa, estorsione e calunnia.

25-01-2017 17:53:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA