GIOVEDÌ 05 DICEMBRE 2019
La Mostra

Gli Usa 'comprano' Pompei per altri due anni

Ricomincia il tour che negli States che fece 700mila visitatori

di redazione
Gli Usa 'comprano' Pompei per altri due anni

Gli americani vanno pazzi per Pompei.
Un anno fa, alla fine di un tour durato circa due anni, tra Philadelphia, Los Angeles e Seattle, erano stati settecentomila quelli che si erano messi in fila per rivivere l’eruzione del Vesuvio e ‘passeggiare’ virtualmente tra le rovine della città antica.
Ora “Pompeii. The Exhibition” è la mostra più ambita negli States. E il Museo Archeologico Nazionale di Napoli è riuscito a chiudere un accordo per una nuova trasferta.
Ancora un tour, di due anni, a partire da novembre prossimo e fino al 2018. E ancora tre le tappe previste. Si va a Kansas City, a Phoenix, quindi a Tampa in Florida. E il piatto forte sarà il complesso di affreschi e sculture della Casa del Citarista, una delle Domus più grandi di Pompei Antica, già portate con successo al Bucerius Kunst Forum di Amburgo, in Germania.
“Sarà un’occasione importante - spiega Jeffrey Rudolph, presidente del California Science Center – per portare in America tesori archeologici che raramente lasciano l'Italia. Poi, grazie alla tecnologia permetteremo ai visitatori di viaggiare attraverso il tempo e di ottenere una più profonda comprensione e una connessione tra la cultura antica e la sua gente". L’obiettivi, insomma è quello di far rivivere ciò che accadde nell’estate del 79 dopo Cristo. Il terremoto, l’esplosione del vulcano ma anche la vita di Pompei, duemila anni fa.
Negli States rivivranno il mercato, il tempio, il teatro, l'anfiteatro, quello che in queste ore sta ospitando i concerti di Dave Gilmour, e che poteva contenere oltre 20.000 persone.
Magia allo stato puro, quindi. Per la fame di cultura degli Stati Uniti d’America.

 

 

 

08-07-2016 17:04:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO