SABATO 29 GENNAIO 2022




Il fatto

Gragnano e Lattari, stop agli scarichi a mare: intervento da 80 milioni di euro

Nove nella città della pasta, Nello D'Auria: 'Traguardo importante'

di Christian Apadula
Gragnano e Lattari, stop agli scarichi a mare: intervento da 80 milioni di euro

Sono nove milioni di euro per Gragnano e un'opera complessiva da 80. È l'ultima tappa verso la liberazione degli scarichi fognari versati per decenni nel Fiume Sarno e in mare. L'ha spiegato, ieri a Scafati, il governatore de Luca presente all'inaugurazione di un'altra parte importante della stessa opera. "Nei giorni scorsi abbiamo stanziato 80 milioni di euro per il completamento delle reti fognarie e dei collettori dei Comuni di Gragnano, Angri, Ottaviano, Poggiomarino, Torre Annunziata, Pagani, Sarno, Striano, Boscotrecase, Casola, Lettere, Castel San Giorgio, Terzigno, San Marzano sul Sarno, S. Egidio Montalbino, Trecase, S. Maria La Carità, Corbara, Pimonte e per gli adeguamenti degli impianti di Nocera, Angri e Scafati. Il risanamento del bacino del fiume Sarno è in atto ed è un intervento fondamentale per il completo raggiungimento del nostro obiettivo: rendere il mare della Campania balneabile dal Garigliano a Sapri". Presente anche il sindaco Cimmino e il vice Nello D'Auria. Commenta il vicesindaco a margine della giornata: "Oggi ogni cittadino deve essere fiero e orgoglioso. Un risultato storico: ???????? ???????????????????????? ???????????????????????????????? ???????? ???????????????????????????????? ???????? ???????????????????????????????????????????????????? ???????? ????,???? ???????????????????????????? ???????????? ???????? ???????????????????????????????????????????????????? ????????????????'???????????????????????? ???????????????????????? ????????????????????????????????. Una vera svolta ambientale che migliorerà non solo la vivibilità e la sicurezza del nostro Comune, ma anche la qualità della vita. Questo è il risultato di un lavoro durato circa 3 anni. Per questo, vorrei ringraziare tutte le istituzioni, in particolare il presidente dell’EIC, Luca Mascolo per avermi supportato in questa battaglia e il presidente della Gori, Michele di Natale che mi ha sempre esortato a non mollare anche nei momenti più difficili".

26-07-2020 12:16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA