GIOVEDÌ 27 GENNAIO 2022




La tragedia

Ha ucciso la moglie di botte per gelosia, poi ha chiesto aiuto: "Correte non respira più"

Arrestato Vincenzo Lopresto, la coppia aveva tre figli

di Redazione
Ha ucciso la moglie di botte per gelosia, poi ha chiesto aiuto:

Ha ucciso la moglie di botte. Non era la prima volta che la picchiava ma questa volta lei non si è più rialzata. "Correte, ho picchiato mia moglie: non respira più". Il marito l'avrebbe colpita con un'asta da appendiabiti per gelosia. Questo avrebbe detto mentre telefonava al 118 Vincenzo Lopresto, 40 anni, il marito di Fortuna Bellisario, 36 anni, ritrovata sul pavimento del suo appartamento al Parco la Quadra, nel quartiere Miano, alla periferia Nord di Napoli. Arrestato l'uomo che dovrà rispondere dell'accusa di omicidio preterintenzionale, avendo colpito la moglie con un corpo contundente sequestrato dalla Polizia. Sarebbe stato l'epilogo tragico di una lite violenta, non la prima che avveniva all'interno della casa dove la coppia viveva con tre figli. Arrivati nell'appartamento i medici dell'ambulanza hanno provato a rianimare la vittima, che non ce l'ha fatta. La coppia aveva tre figli, tutti con meno di 18 anni, che non erano in casa al momento della morte della madre. Sarebbe stata invece presente la madre della vittima: colta da malore, è stata soccorsa con un'ambulanza. 
 

07-03-2019 19:50:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA