VENERDÌ 03 FEBBRAIO 2023




il caso

Hellas Verona-Napoli, lo striscione della vergogna della Sud scaligera

Le coordinate di Napoli come invito esplicito a bombardare la città partenopea

di Biagio Vanacore
Hellas Verona-Napoli, lo striscione della vergogna della Sud scaligera

Basta con le goliardate.
Quando si parla di guerra bisogna avere rispettto almeno dei morti e di chi soffre.
Invece succede che a Verona pur di accendere gli animi e laddove ce ne fosse necessità surriscaldarli, gli ultrà scaligeri non trovano di meglio che segnalare le coordinate di Napoli a Russia e Ucraina come possibile obiettivo per le loro bombe.

Basta con le goliardate.
La misura è colma, dopo Vesuvio lavali col fuoco ora è il turno delle bombe, ma la cosa peggiore non è tanto dover controbbattere ad un manipolo di stolti perchè di stupidi stiamo parlando, quando quello di registrare, ancora una volta, la totale mancanza di polso delle istituzione sportive, che difronte a tale vergogna avrebbero dovuto disporre l'immediato non svolgimento della gara e la successiva sconfitta a tavolino dei discendenti di Giulietta con relativa penalizzazione, invece di tacere come nella peggiore delle tradizioni delle repubbliche baltiche.

Non oso immagine cosa possa accadere oggi al Bntegodi, e mi auguro che le forze dell'ordine si stiano attivando per predisporre piani adeguati atti a salvaguardare l'incolumità prima, durante e dopo dei tifosi azzurri al seguito della squadra del cuore.

La guerra tra Russia è Crimea e cosa seria, ogni giorno immagini di morte, devastazione e fuga dalla propria terra del popolo ucraino stanno invadendo le nostre case, e noi stessi stiamo iniziando a pagare a caro prezzo le scelte scellerate di dittatori senza scrupoli.
In una situazione del genere non ci può essere anche spazio per gli imbecilli, non lo consente la storia, non lo consentono i tanti morti innocenti che si contano sui campi di battaglia, non lo può consentire l'orgoglio di un popolo fiero dell'appartenza a questa terra.


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

13-03-2022 11:48:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA