DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019
Verso le amministrative

I Cinque Stelle alla conquista di Castellammare, lista aperta a candidati esterni alle amministrative: "Valutiamo curriculum e fedeltà"

All'assemblea di ieri festa per le due deputate in Parlamento, ma Teresa Manzo e Carmen Di Lauro sono in "silenzio stampa"

di Mariella Parmendola
I Cinque Stelle alla conquista di Castellammare, lista aperta a candidati esterni alle amministrative:

“Porta una persona”. Funzionerà cosi la formazione della lista di candidati al consiglio comunale a sostegno dell’aspirante sindaco Francesco Nappi. Stracciati i concorrenti alle politiche. Incoronati da Castellammare tre parlamentari sui sette eletti nella circoscrizione, più che brindare gli attivisti stabiesi sono già al lavoro per le prossime amministrative. Scelto il leader votato nelle scorse settimane, ora bisogna passare alla fase due. La guantiera con i dolci per festeggiare il 54% per cento della Camera e il 52 del Senato, che gli stabiesi hanno attribuito ai Cinque Stelle, è rimasta chiusa fino alla fine. Sono 17.485 gli elettori che hanno dato domenica la loro preferenza a Di Maio e ai suoi, un patrimonio che ora proveranno a non disperdere per individuare il successore di Pannullo, mandato a casa dopo soli 18 mesi di governo. Un obiettivo difficile quando in campo entreranno gli eserciti dei candidati dei vari schieramenti contro i quali i grillini schiereranno la loro unica lista. C’è tempo per brindare in casa Cinque Stelle, è il momento di parlare della pattuglia di candidati con cui proveranno a entrare a Palazzo Farnese. Ne hanno discusso ieri sera gli attivisti grillini riuniti nella piccola sede di via Catello Marano. Mute le due deputate che il movimento stabiese ha investito per Montecitorio. Teresa Manzo e Carmen Di Lauro, giovani attiviste, rispettano lo stop dei vertici romani che impone il silenzio ai volti nuovi arrivati in Parlamento sull’onda degli schiaccianti risultati ottenuti in Campania, fino ad ordine contrario. Parla, invece, il consigliere regionale Luigi Cirillo e portavoce del movimento stabiese. I grillini metteranno in campo una lista aperta all’esterno. Ogni iscritto potrà proporre un nome che poi dovrà passare l’esame dell’assemblea. Dalla selezione usciranno i 24 aspiranti della lista che poi con Nappi dovrà ricevere l’approvazione da Roma. Poche le regole a cui attenersi. Ogni candidato dovrà presentare il suo curriculum e essere stato fedele al Movimento. Per dimostrarlo non dovrà mai avere insultato gli attivisti e le loro idee, soprattutto sul web. Il primo beccato ad avere postato un commento avverso avrà perso la sua chance. I Cinquestelle aprono le porte, ma solo agli “amici” del Movimento. E così proveranno la conquista di una città che alle ultime amministrative li ha visti fermi a 4147 voti e due consiglieri eletti. Ma in un anno e mezzo tutto è cambiato.

06-03-2018 12:59:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO